24.9 C
Venezia
venerdì 18 Giugno 2021

San Donà, sgominata banda di ladri di origini Sudamericane

HomeCavallino Treporti JesoloSan Donà, sgominata banda di ladri di origini Sudamericane

San Donà, sgominata banda di ladri di origini Sudamericane

Definiti trasfertisti, in quanto malviventi che si spostano per le azioni criminali in modo da non far destare sospetti dove risiedono, operavano in tutto il Veneto e parte del Friuli Venezia Giulia ed avevano piantato le loro radici tra San Donà di Piave e Musile.

All’alba del 4 agosto 2016 in San Dona di Piave (ve) e Musile di Piave (ve), i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Vicenza in collaborazione con i Carabinieri della Compagnia di San Donà di Piave, hanno dato esecuzioni ad una serie di decreti di perquisizione emessi dall’Autorità Giudiziaria Vicentina, nei confronti di alcuni soggetti residenti nei comuni sopra indicati, gravemente indiziati di essere membri di un gruppo criminale dedito alla commissione di delitti contro il patrimonio.

In particolare, nel corso dell’attività sono stati tratti in arresto RAMIREZ AREVALO WILLIAM REINALDO. Colombiano classe 1965 e ZUNUIGA MENDOZA JAVIER del Costa Rica classe 1984, uomini, pregiudicati. Entrambi domiciliati a San Donà in Via Giorgione sono stati trovati in possesso di refurtiva costituita da biciclette (di cui due rubate la notte precedente in località Stretti), oro, scarpe, abbigliamento ed orologi, il tutto di provenienza furtiva da più province del Veneto per un valore complessivo superiore ai 15mila euro.

Trovati anche attrezzi utili ad eludere i sistemi di antitaccheggio. Rinvenuto e sequestrato anche un grosso quantitativo di Cocaina (oltre 350 gr) ancora da tagliare ed essere quindi immessa sul mercato, oltre a tutta l’attrezzatura per il confezionamento e lo smercio.

Nel corso dell’operazione sono stati inoltre deferiti all’Autorità Giudiziaria, per il reato di ricettazione di materiale provento di furti in esercizi commerciali ed abitazioni, S.H.N. Colombiano classe 1981, anch’egli residente a San Donà insieme a M.S.P. donna classe 1980.

Sono stati trovati in possesso di tablet e navigatori satellitari, capi di abbigliamento, borse e scarpe griffate e non, biancheria per la casa, cosmetici, attrezzatura utile per la perpetrazione di reati contro il patrimonio per un valore approssimativo di circa 20mila €uro, sequestrati analogamente a due autovetture utilizzate dai membri del gruppo per portare a termine reati predatori e intestate a prestanome.

Deferiti inoltre altri due colombiani della zona classe 1986 e 1980 (V.E.W. e F.E.D.), il primo per ricettazione ed uso di documenti falsi trovato in possesso di una patente contraffatta ed il secondo per detenzioni ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti poiché trovato in possesso di alcune dosi di Marijuana.

Gli inquirenti ritengono di aver inflitto un duro colpo ad un grosso gruppo criminale di origine Sudamericane, principalmente dedito a reati di natura predatoria che operava in zona e spesso con incursioni lampo fuori provincia. Parte di tutta la refurtiva rinvenuta è stata restituita ai legittimi proprietari. Nella stessa giornata ed il giorno successivo le operazioni sono proseguite nei confronti di soggetti affiliati alla stessa banda nel Trevigiano e nel Padovano con analoghi risultati.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor