COMMENTA QUESTO FATTO
 

Donna trovata morta nel suo letto, forse morta di botte. Giallo a Padova

Nella nottata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave hanno arrestato in flagranza di reato ZHEKU EMIR Albanese classe 1978, disoccupato pregiudicato, residente in San Donà di Piave, per il reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della propria consorte convivente E.Z. Albanese classe 1984 dopo averla percossa e procurandole alcune ecchimosi al braccio risultate guaribili con 5 giorni di prognosi salvo complicazioni.

La chiamata al 112 di richiesta d’aiuto è giunta dalla stessa vittima, che chiedeva d’intervenire proprio perché il marito, in evidente stato d’alterazione alcolica, la stava malmenando.

Qualche giorno prima, inoltre, lo stesso era stato denunciato presso la locale stazione dalla stessa moglie per i maltrattamenti ricevuti ed a quanto pare non era nuovo a questi episodi, essendosi verificato un anno prima analogo precedente, tanto che aveva costretto la donna all’epoca a rivolgersi ad un centro antiviolenza, la Magnolia, nel comune sandonatese.

Nel pomeriggio di ieri, dopo gli accertamenti di rito e dopo essere stato condotto presso il carcere lagunare, si è svolto il processo di convalida dell’arresto al termine del quale in attesa del processo, al colpevole è stato imposto il divieto di avvicinamento alla casa famigliare.

(foto di repertorio)

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here