mercoledì 19 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

San Donà, nigeriani fanno finimondo: notte di fatica per i Carabinieri

HomeStranieri violentiSan Donà, nigeriani fanno finimondo: notte di fatica per i Carabinieri

san-dona-nigeriani-fanno-finimondo-301219

San Donà di Piave (Venezia): questa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia CC di San Donà di Piave, hanno tratto in arresto per “Resistenza a Pubblico Ufficiale e Rissa” tre cittadini nigeriani.

EZAY Ukaegbu, del 1992, residente a Verona, pregiudicato, GODWIN Desmond, del 1990, residente a Treviso, pregiudicato, OJO Solomon, del 1989, residente a Musile di Piave (VE), pregiudicato, hanno scatenato il finimondo, prima tra loro e poi prendendosela con i militari.

Tutto inizia la sera del 29 dicembre all’ “AFRICAN SHOP” di Via Sabbioni dove, per motivi ancora sconosciuti, i tre si affrontavano persino con il collo di una bottiglia rotta in mano.

I carabinieri intervenuti hanno notato che uno di loro presentava una ferita al volto che, a suo dire, gli era stata procurata poco prima all’interno del locale durante la rissa in cui era stato colpito con una bottiglia rotta, mentre un altro lamentava di esser stato preso a pugni.

Mentre i militari stavano parlando con i nigeriani per cercare di chiarire l’episodio, gli stranieri hanno ricominciato nuovamente a litigare vistosamente tra di loro ed uno di questi, mentre i militari cercavano di dividerli, ha preso un carrello del tipo porta pacchi brandendolo in aria cercando di scagliarsi verso gli altri due ed i militari stessi.

I carabinieri, a questo punto, sono stati costretti a ricorrere allo “spray antiaggressione” ma, contemporaneamente, gli altri due, che erano venuti nuovamente alle mani tra di loro, hanno cercato di scagliarsi anche contro i militari.

E’ stato necessario ricorrere nuovamente allo spray e, finalmente, dopo esser stati visitati in pronto soccorso per le ferite che si erano tra loro procurati, i tre nigeriani sono stati dichiarati in stato d’arresto.

Processati questa mattina odierna, l’Autorità Giudiziaria lagunare, ha condannato:
GODWIN Desmond alla pena di 8 mesi di reclusione (pena sospesa);
OJO Solomon alla pena di 8 mesi di reclusione (pena non sospesa per pregressi precedenti penali) ed alla misura del divieto di dimora in San Donà di Piave;
EZAY Ukaegbu, alla misura del divieto di dimora in San Donà di Piave. Il procedimento nei suoi confronti è stato rinviato al 24 febbraio p.v. per richiesta dei termini a difesa.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro. Il Ponte era entrato nell’immaginario...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".