San Donà, nigeriani fanno finimondo: notte di fatica per i Carabinieri

ultimo aggiornamento: 31/12/2019 ore 05:27

1548

san-dona-nigeriani-fanno-finimondo-301219

San Donà di Piave (Venezia): questa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia CC di San Donà di Piave, hanno tratto in arresto per “Resistenza a Pubblico Ufficiale e Rissa” tre cittadini nigeriani.

EZAY Ukaegbu, del 1992, residente a Verona, pregiudicato, GODWIN Desmond, del 1990, residente a Treviso, pregiudicato, OJO Solomon, del 1989, residente a Musile di Piave (VE), pregiudicato, hanno scatenato il finimondo, prima tra loro e poi prendendosela con i militari.


Tutto inizia la sera del 29 dicembre all’ “AFRICAN SHOP” di Via Sabbioni dove, per motivi ancora sconosciuti, i tre si affrontavano persino con il collo di una bottiglia rotta in mano.

I carabinieri intervenuti hanno notato che uno di loro presentava una ferita al volto che, a suo dire, gli era stata procurata poco prima all’interno del locale durante la rissa in cui era stato colpito con una bottiglia rotta, mentre un altro lamentava di esser stato preso a pugni.

Mentre i militari stavano parlando con i nigeriani per cercare di chiarire l’episodio, gli stranieri hanno ricominciato nuovamente a litigare vistosamente tra di loro ed uno di questi, mentre i militari cercavano di dividerli, ha preso un carrello del tipo porta pacchi brandendolo in aria cercando di scagliarsi verso gli altri due ed i militari stessi.


I carabinieri, a questo punto, sono stati costretti a ricorrere allo “spray antiaggressione” ma, contemporaneamente, gli altri due, che erano venuti nuovamente alle mani tra di loro, hanno cercato di scagliarsi anche contro i militari.

E’ stato necessario ricorrere nuovamente allo spray e, finalmente, dopo esser stati visitati in pronto soccorso per le ferite che si erano tra loro procurati, i tre nigeriani sono stati dichiarati in stato d’arresto.

Processati questa mattina odierna, l’Autorità Giudiziaria lagunare, ha condannato:
GODWIN Desmond alla pena di 8 mesi di reclusione (pena sospesa);
OJO Solomon alla pena di 8 mesi di reclusione (pena non sospesa per pregressi precedenti penali) ed alla misura del divieto di dimora in San Donà di Piave;
EZAY Ukaegbu, alla misura del divieto di dimora in San Donà di Piave. Il procedimento nei suoi confronti è stato rinviato al 24 febbraio p.v. per richiesta dei termini a difesa.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here