COMMENTA QUESTO FATTO
 

sabina guzzanti cacciata dalla spiaggia

E’ accaduto a molti di noi di trovarsi in una spiaggia che fino all’anno prima era ‘spiaggia libera’ e di sentire emergere quel sentimento di frustrazione vedendo i nuovi avvisi “Stabilimento balneare con servizi a pagamento”. Ma come? Non ci deve essere una ‘fetta’ di spiaggia libera ogni tot chilometri di arenile? La materia è parecchio confusa dopo le ultime concessioni e liberalizzazioni.
«I nostri corrottissimi politici hanno venduto le nostre spiagge a chi ha garantito loro la tangente più grossa» afferma Sabina Guzzanti, anche se non è detto che questa sia la spiegazione dell’incidente che le è accaduto il giorno prima di Ferragosto.

Sette di mattina (!), nel mare di Albissola Marina (Savona), davanti alla spiaggia per cani Bau Bau Village, Sabina Guzzanti fa il bagno. Pochi attimi sullla battigia per asciugarsi e arrivano gli addetti della spiaggia: «Mi hanno cacciata dicendo che non potevo restare perché quello spazio è di proprietà dello stabilimento, ma entro 5 metri dalla riva la spiaggia è pubblica e la legge non dice che te ne devi andare». E poi, «alle 7 di mattina lo stabilimento era chiuso, non è che non volessi pagare».

La vicenda prosegue poi su Facebook con gli insulti classici che accompagnano le contrapposizioni sui social: «Sono cresciuta sapendo che la spiaggia è di tutti, nessuno può chiudere gli accessi al mare e a 5 metri dalla riva» conferma la Guzzanti.
Elisabetta Dall’Orto, titolare del Bau Bau Village, ricorda invece che: «Il problema non era il bagno, se ce lo avesse chiesto la facevamo passare anche gratis, ma lei si è stesa sulla battigia e non voleva spostarsi: non è vietato passare, ma sostare sì».

Sabina Guzzanti avrebbe dovuto chiedere per fare il bagno gratis, questo è.
Mah.

Trattativa Stato – mafia di Sabina Guzzanti, da Venezia un pugno sullo stomaco all’Italia (articolo correlato)

Monica Manin

23/08/2015

Riproduzione vietata

Sabina Guzzanti cacciata dalla spiaggia

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here