Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
8.3C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeCronacaRoulette russa, un gioco ha ucciso Marco. Ma la madre non ci crede

Roulette russa, un gioco ha ucciso Marco. Ma la madre non ci crede

Roulette russa, un gioco ha ucciso Marco. Ma la madre non ci crede

Marco Mongillo, ragazzo di 20 anni che lavorava in una pizzeria, sarebbe rimasto vittima di un tragico gioco mortale.
La roulette russa, sfida mortale resa famosa dalla sequenza de “Il Cacciatore” con Robert De Niro (foto), avrebbe ucciso venerdì pomeriggio Marco in un’abitazione del Rione Santa Rosalia di Caserta con un colpo di pistola alla testa.

E’ questa dunque la pista privilegiata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e dai carabinieri di Caserta.
Antonio Zampella, 19 anni, reo confesso con qualche precedente a carico, amico della vittima, si trova in stato d’arresto per il fatto.

Zampella, al termine di una drammatica deposizione resa nella caserma dell’Arma di via Laviano, ha confessato ai militari della Compagnia di Caserta di aver sparato con una Browning automatica calibro 7,65, un’arma clandestina con matricola abrasa, al termine di una sorta di gioco tra ragazzi che si divertono a emulare i killer della camorra.

Il 19 enne ha raccontato di aver mostrato l’arma a Marco, che era carica – un proiettile è stato ritrovato nei pressi del cadavere, altri cinque erano nel serbatoio dell’arma – di averla puntata verso la testa dell’amico e di aver fatto fuoco.

“Ti faccio vedere come ti sparo” avrebbe detto; quindi dopo è fuggito liberandosi dell’arma, ritrovata più tardi dai carabinieri, prima di andarsi a costituire in caserma.

“Non pensavo sparasse” si sarebbe poi giustificato, spiegando di non voler uccidere Marco. Tuttavia per gli inquirenti il giovane sapeva che l’arma era carica e, avendola puntata contro una persona, ha comunque accettato l’eventualità che potesse accadere qualcosa di grave; per questo gli hanno contestato l’omicidio volontario, il possesso di arma clandestina e la ricettazione.

La tragedia è avvenuta nell’appartamento dove il 19enne Zampella vive con il fratello Umberto di 22 anni, che sta scontando gli arresti domiciliari per rapina. Al momento del fatto erano presenti oltre ai due fratelli Zampella, la vittima, e il fratello di quest’ultimo, Vincenzo, che ieri dopo la tragedia piangeva disperato e non si dava pace per quanto successo; su parte del corpo aveva il sangue del fratello.

Oggi sulla sua pagina Facebook ha dedicato un post carico di dolore a Marco. “Ti amo vita mia spero che ci guardi e ci proteggi da lassú … Io saró sempre con te lo faró per te e mamma…. Ora dammi tu la forza di non mollare piú…. Ti amo vita mia mi manchiiii troppooooo …..”.

Voce fuori dal coro, la madre della vittima che rifiuta l’idea dell’omicidio per gioco mortale: ”Mio figlio non è stato ucciso durante un gioco. Voglio giustizia”.
Antonio Zampella, morto con un colpo di pistola alla testa esploso, come ha raccontato l’omicida ai carabinieri, in una sorta di mix di gioco e spavalderia, durante una sorta di roulette russa è un’idea rifiutata con forza dalla madre.

Maria sottolinea di non credere assolutamente alla versione dei fatti che è stata fornita. ”Lui – dice a Il Mattino – non avrebbe mai partecipato ad un gioco così assurdo, non avrebbe rischiato la vita alla roulette russa. Lui lavorava da quando aveva tredici anni, amava la vita. Chi lo ha ucciso deve pagare”. ”Mio figlio – sottolinea a La Repubblica – è stato ammazzato volontariamente. Voglio giustizia. Ci costituiremo parte civile al processo. Lo devo a mio figlio che era un bravo ragazzo”.

Gli amici hanno infatti descritto il 20enne come “un bravo ragazzo, che amava la vita e la sua Lucia, con cui era fidanzato da alcuni anni”. Sul suo profilo, la giovane vittima mostrava di desiderare con la propria fidanzata un futuro con figli.

I quattro amici, ha raccontato Vincenzo, erano insieme per organizzare un pranzo per oggi in vista del suo compleanno. Intanto i carabinieri hanno effettuato un nuovo sopralluogo nell’abitazione della tragedia, che è stata posta sotto sequestro. Teatro di un tragico gioco costato la vita ad un ragazzo.

Mario Nascimbeni| 10/07/2016 | (Photo d’archive) | [cod rouca]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...