Bologna, uccide il marito con un vaso in testa dopo 48 anni di matrimonio

ultimo aggiornamento: 04/01/2015 ore 17:47

100

Rosangela Piredda ucciso marito con vaso bologna

Rosangela Piredda, una donna di 69 anni, ha ucciso verso le 2 della scorsa notte il marito, 68enne bolognese.
Un vaso di cristallo l’arma del delitto, mentre il fatto è avvenuto a Bologna, in via Panigale.
E’ stata la donna ad avvisare dell’accaduto il figlio, che giunto sul posto ha chiamato i carabinieri. La donna è stata arrestata per omicidio volontario.

Rosangela Piredda, la 69enne arrestata per l’omicidio del marito a Bologna, avrebbe subito maltrattamenti da parte dell’uomo, Roberto Belletti. Gli investigatori avrebbero ritrovato dei certificati del Pronto soccorso che parlano di tumefazioni, ma la donna ha sempre riferito di cadute accidentali, senza mai denunciare i presunti maltrattamenti.
La 69enne, mentre veniva trasferita verso il carcere della Dozza, ha accusato un malore ed è stata portata all’ospedale Maggiore, dove si trova in osservazione.


Rosangela Piredda, davanti al Pm Simone Purgato e ai carabinieri che l’hanno interrogata, avrebbe confermato il gesto. La donna ha confermato – come aveva detto ai militari arrivati per primi sul luogo del crimine – di aver colpito il marito 68enne, Roberto Belletti, dopo l’ennesima lite.

Il marito, secondo il racconto della donna, l’aveva insultata e aggredita verbalmente e aveva tentato di alzare le mani. La donna ha così preso un vaso di cristallo con dentro dei fiori e glielo ha rotto in testa, poi presa dalla siperazione, ha continuato ad infierire sul corpo con un grosso coltello e con un paio di forbici.

Rosangela Piredda e Roberto Belletti erano sposati da 48 anni, ma vivevano da tempo un periodo di crisi coniugale. Belletti era un perito elettronico in pensione, la donna casalinga.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here