5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
24.7 C
Venezia
venerdì 18 Giugno 2021

Roma Verona 3-0. Gialloblu sotto con le grandi finora

HomeSerie ARoma Verona 3-0. Gialloblu sotto con le grandi finora

Roma, pareggio incredibile in Europa. Pari importante del Sassuolo

Roma-Verona 3-0 (2-0). Espulso: nel st 21′ Souprayen per doppia ammonizione. Hanno segnato: nel pt 22′ Nainggolan, 34′ Dzeko; nel st 16′ Dzeko. Ammoniti: Souprayen per gioco scorretto, Valoti e De Rossi per gioco falloso.
Questo il tabellino di Roma-Verona che rinvia ad una classifica gialloblu preoccupante, ma bisogna tenere presente che i veneti hanno già giocato con giallorossi e Napoli.

La Roma archivia affronta la pratica Verona e Di Francesco torna a
sorridere dopo i giorni non facili successivi al ko con l’Inter
e al pari con l’Atletico in Champions. “Ma lo scetticismo ci
accompagnerà sempre, fa parte del nostro lavoro, ai primi
risultati negativi tornerà fuori. Io però voglio pensare solo
positivo, cerco di creare entusiasmo attorno alla squadra.
Queste partite vanno vinte, sono determinanti per ripartire,
potevamo fare qualche gol in più ma ce li siamo tenuti per la
prossima magari. Sono soddisfatto della crescita, ma la mia
testa è già a Benevento, dobbiamo dare continuità ai risultati”

il messaggio del tecnico, che non vuole leggere la classifica:
“Guardarla in questo momento fa un po’ male, ma abbiamo una
partita in meno (quella rinviata con la Samp, ndr) e quindi dei
punti da poter conquistare”.

Insomma, meglio pensare all’attualità e alla prestazione di
Dzeko, di nuovo decisivo sotto porta. “Credo che ha giocato per
la squadra, ha fatto due gol e ne poteva fare altrettanti. Ci
siamo chiariti, il suo era uno sfogo legato alla prestazione”.

Tra i due quindi tutto risolto, come confessa anche il bosniaco.
“Di Francesco? Parliamo ogni giorni, abbiamo un bellissimo
rapporto” assicura l’attaccante prima di soffermarsi sulla gara
col Verona: “Era importante fare tre punti perché queste partite
sono sempre difficili, pensi di averle vinte prima di iniziare.
E non sempre la Roma le vince gare del genere”. Riguardo al
potenziale della squadra, poi, l’attaccante è chiaro: “Siamo un
gruppo nuovo, con un nuovo allenatore. Abbiamo iniziato da 3-4
partite e possiamo crescere tutti insieme. Siamo contenti,
dobbiamo continuare così. Io forse potevo fare qualche gol in
più, ma alla fine va bene così. Non sono andato via, sto qua e
voglio restare a lungo”.

Meno sereno è invece Fabio Pecchia che incassa un altro
pesante ko dopo il 5-0 interno con la Fiorentina. “Quella
sconfitta ha lasciato qualcosa, ma avevamo provato a fare la
partita, abbiamo concesso la palla del primo gol e recuperare
contro una Roma forte non era semplice – ammette il tecnico del
Verona -. La fiducia ribadita da Setti? Per me è una parola
magica e mi permette di far lavorare tutti nelle migliori
condizioni. Il presidente conosce il mio lavoro ed è un valore
aggiunto”. “Per le neopromosse è sempre difficile mantenere la
categoria ma bisogna mantenere la calma. E io non l’ho persa –
assicura Pecchia -. Importante che non subentri un clima di
sfiducia, i punti sono da cercare con squadre di pari livello.
Pazzini ancora panchina? Da lui pretendo di più. Ora avremo
un’altra gara, c’è la Samp e dobbiamo recuperare le energie per
fare una prestazione diversa e convincente, bisogna crescere in
fretta”.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor