Roma, tifosi in sciopero contro l’Atalanta

ultimo aggiornamento: 17/04/2015 ore 15:04

103

Roma, tifosi in sciopero contro l'Atalanta

Il presidente della Roma, James Pallotta, aveva deciso di non presentare ricorso contro la squalifica della Curva Sud, dopo gli striscioni offensivi esposti allo stadio nei confronti della madre del tifoso napoletano, Ciro Esposito. Pallotta ha inoltre accusato i tifosi di «gettare m… e di pensare solo ai propri interessi». Ecco quindi, che alla partita di domenica pomeriggio, i tifosi hanno deciso di fare sciopero.

La gara che la Roma disputerà contro l’Atalanta all’Olimpico, sarà accompagnata dal silenzio. Buona parte dei tifosi non entrerà in segno di solidarietà agli esclusi della Curva Sud, che si sono dati comunque appuntamento nei dintorni dello stadio. Il Gos (Gruppo operativo di sicurezza) è già sull’attenti per evitare che possano accadere delle situazioni spiacevoli fuori e dentro al perimetro dello stadio.


Nei giorni scorsi, nella capitale, sono apparse scritte ingiuriose contro Pallotta da parte delle tifoserie, ed ecco che ad appoggiare le dichiarazioni del manager americano, sono stati Carlo Tavecchio e Giovanni Malagò, nonché il presidente della Lazio Claudio Lotito.

Il capo della Polizia, Alessandro Pansa, in un recente convegno intitolato «Vivere lo stadio, una passione a rischio?», ha sottolineato la pericolosità dei tifosi. «Gli ultrà sono molto simili ad altre associazioni criminali. Ci sono tifoserie violente che perseguono interessi diversi, personali ed economici. La posizione di Pallotta è quella corretta di un presidente, la legalità non teme nulla, neanche le ritorsioni, e anche i calciatori devono decidere da che parte stare».

Redazione


17/04/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here