20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Roberta Ragusa uccisa dal marito Antonio Logli secondo la Procura

HomeCronacaRoberta Ragusa uccisa dal marito Antonio Logli secondo la Procura

Roberta Ragusa uccisa dal marito Antonio Logli

Roberta Ragusa uccisa dal marito Antonio Logli. Ne è convinta la Procura di Pisa dopo aver chiuso le indagini sulla donna scomparsa.
Roberta Ragusa è sparita senza lasciare tracce di se’ la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme (Pisa).
La donna sarebbe stata uccisa e poi fatta sparire dal marito Antonio Logli.
Secondo la ricostruzione accusatoria della Procura, il marito l’avrebbe costretta «con violenza a salire in auto» per poi ucciderla e occultarne il corpo, per «assicurarsi l’impunità per l’omicidio» e impedire «il ritrovamento» del cadavere.
Il marito di Roberta Ragusa, Antonio Logli, ha sempre negato ogni addebito, questo va detto.
Sul marito di Roberta grava l’accusa Loris Gozi, vicino di casa, che racconto’ fin dal primo momento di averlo visto in strada in un’ora in cui l’uomo sosteneva di essere a casa. Raccontò inoltre di un litigio in strada con la moglie e di averla vista fatta salire di forza in auto, addirittura colpendola forte in testa sbattendo la portiera.
Antonio Logli, attraverso la sua difesa, ha ora venti giorni per presentare una memoria di difesa, poi si deciderà l’eventuale rinvio a giudizio.

Mario Nascimbeni

24/09/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.