Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
4.2C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeComune di VeneziaRiaperture scuole d'infanzia e nidi a Venezia, Sambo: "Numeri non tornano"

Riaperture scuole d’infanzia e nidi a Venezia, Sambo: “Numeri non tornano”

Comune di Venezia: retta degli asili nido sospesa per i giorni di mancata fruizione

Sulla riapertura delle scuole d’infanzia e dei nidi, i numeri decisamente non tornano. L’Assessore Paolo Romor dichiara che dal 14 settembre il rapporto sarà di un insegnante per 14 bambini all’infanzia e di 1 a 6 negli asili nido. Evidentemente l’Assessore ha sbagliato i conti perché se così fosse ci sarebbe necessariamente bisogno di assumere altro personale per le scuole d’infanzia comunali, e PURTROPPO non ci risulta che verrà fatto.

Attualmente il rapporto numerico massimo consentito è di 1 a 25 nelle scuole d’infanzia. Abbiamo qualche sezione meno numerosa, ma è abbastanza normale e già le avevamo pre covid. Per cui nulla di particolarmente nuovo.

Per i nidi, invece, A VENEZIA (grazie le scelte prese in passato dalle scorse amministrazioni di sinistra) il rapporto è già di un’educatrice per 6 bambini e non di 1 a 8 come dice erroneamente Romor. Quindi quando l’Assessore dichiara di “lavorare” per portare il rapporto a 1/6 si sbaglia visto che è già così.

Diciamo che di “lavoro” qui vediamo ben poco, si tratta solo ed esclusivamente di propaganda elettorale basata sul nulla. Compreso quando si parla di triage all’entrata (ingressi contingentati, misurazione della temperatura) perché anche quello è un punto previsto dall’ordinanza della Regione Veneto e non certo merito dell’amministrazione comunale

A questo si aggiunge il fatto che per non fare assunzioni il Comune toglierà il turno intermedio, metà mattinata, nei nidi comunali. Oggi le educatrici lavorano su tre turni: Martino, intermedio e pomeriggio. Il turno di mezzo serve a garantire la compresenza delle educatrici in modo da poter fare le attività integrative con i bambini. Cosa che evidentemente interessa poco a questa amministrazione il cui unico obiettivo è aprire e chiudere le scuole come se fossero dei parcheggi a ore.

Come PD pensiamo invece che si necessario potenziare gli organici garantendo l’apertura delle scuole senza colpire la qualità del servizio.

Inoltre per quanto riguarda Ames consideriamo grave che l’azienda non abbia ancora fatto un confronto con i sindacati sulla riapertura del servizio e che la prima riunione si terrà il primo settembre solo a seguito della proclamazione dello stato di agitazione del personale.

Il personale ausiliario e di cucina non può essere considerato di serie B e deve essere tutelato al pari delle insegnanti e delle educatrici per una riapertura che tuteli i bambini e le lavoratrici.

Come pd siamo al fianco delle lavoratrici e sosterremo le azioni che il sindacato dovesse decidere di mettere in campo se il confronto del primo settembre dovesse avere un esito negativo.

Monica Sambo
Capogruppo PD

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...