COMMENTA QUESTO FATTO
 

Revisione dei funzionari, la cura dimagrante del Comune continua

Tempi di revisione per lo staff dirigenziale a Ca’ Farsetti. Un bando interno ad hoc pubblicato su Altana, il web dei Servizi comunali che permette le comunicazioni fra dipendenti e amministrazione, per selezionare la riorganizzazione dei funzionari. Così ha deciso La Giunta il mese scorso approvando la diminuzione dei responsabili dei diversi e differenti settori istituzionali: da 239 a 182, esautorando così 57 posizioni.

Non semplice la lettura riorganizzativa delle professionalità. Gli appartenenti alla categoria D (230), ora si troveranno alle prese con questo bando e non oltre il 7 Ottobre, tramite Altana con relativi curricula, dovranno candidarsi regolarmente per cercare di entrare a tutto titolo tra i 182 posti dirigenziali offerti dalla delibera del Comune. Ogni concorrente potrà nella circostanza dell’iscrizione indicare tre preferenze settoriali.

Questi funzionari concorrenti dovranno dimostrare di aver ottenuto almeno 81 punti su 100 nell’ultima valutazione, per essere presi in considerazione, di non aver subito sanzioni disciplinari o rimproveri scritti e di lavorare “a tempo pieno”. Fra i dipendenti comunali c’è molta preoccupazione per i futuri ruoli e per gli spostamenti che il bando suggerisce in fondo, dalla sua lettura.

Le 5 figure professionali di grande profilo strategico si occuperanno di alta corruzione e trasparenza, valutazione e dirigenza e dei settori del controllo consultivo. Si richiede inoltre una laurea specialistica per le mansioni ad alta specializzazioni coadiuvate da almeno tre anni di esperienza.

Una commissione interna valuterà tutte le posizioni e le indicazioni, e già da Novembre si sapranno le nomine. Un Comune in gran movimento, quindi, già alleggerito dalla riduzione delle direzioni dal Sindaco Luigi Brugnaro (da 25 ad 11) e incanalato in nuove prospettive in divenire elaborate in un documento programmatico, il “funzionigramma” che guarda a futuri 58 settori e a precisi ruoli e programmazioni.

Giorni difficili quindi per i 3.154 dipendenti comunali, che si sentono dentro una rivoluzione che li riguarda e che temono li penalizzi, anche perché era nell’aria la decisione di ridurre funzioni e indennità.

E queste ultime notizie confermano la filosofia della Giunta fucsia, criticata aspramente dalle opposizioni che constatano in questa manovra in atto a carattere riduttivo, un rallentamento delle funzioni della macchina comunale, a svantaggio dei cittadini.

Andreina Corso | 04/10/2016 | (Photo d’archive) | [cod comuve]

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here