18.9 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Recuperata la Mercedes rubata a Mestre, la scientifica risale ad un albanese

HomeMestre e terrafermaRecuperata la Mercedes rubata a Mestre, la scientifica risale ad un albanese

Lamanna scappa per i tetti perchè arriva la polizia

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Mestre hanno formalmente denunciato in stato di libertà un cittadino albanese, R.A. di 33 anni, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, per il reato di Ricettazione.
A lui i poliziotti sono arrivati dopo un furto di autovettura avvenuto nel mese di luglio dello scorso anno: la vettura, una Mercedes, era stata poi rinvenuta da una Volante proprio nel comprensorio mestrino.
Il paziente lavoro degli agenti della Polizia Scientifica, unitamente ai colleghi della sezione Anticrimine del Commissariato di via Cà Rossa ha consentito di rilevare – all’interno dell’auto – tracce riconducibili senza ombra di dubbio al 33enne albanese.
Giova precisare che R.A. era già incappato, alcuni mesi fa, in un provvedimento d’arresto da parte dei militari dell’Arma dei Carabinieri quale componente di un gruppo criminale composto da connazionali e dedito alla commissione di reati predatori in uffici o abitazioni.
L’attività investigativa e preventiva per il contrasto ai reati contro il patrimonio è particolarmente sviluppata dalla Questura di Venezia su tutto il territorio della provincia su precisa disposizione del Questore Vincenzo Roca.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.