martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Ragazza palpeggiata da straniero sul 6. Madre detective fa catturare l’uomo due giorni dopo

HomeCronacaRagazza palpeggiata da straniero sul 6. Madre detective fa catturare l'uomo due giorni dopo

Ragazza palpeggiata da straniero sul 6. Madre detective fa catturare l'uomo due giorni dopo

Ragazza palpeggiata da straniero sul 6, l’autobus di linea Venezia/Marghera. La ragazza torna a casa piangendo e racconta i fatti. Viene rincuorata ed assistita, nella consapevolezza, però, che sarebbe inutile denunciare il fatto senza essere in grado di indicare il responsabile.

Ecco allora che la madre della giovanissima non si è persa d’animo ed ha emulato il miglior detective decidendo di accompagnare la figlia nei giorni successivi, mettendosi contemporaneamente sulle tracce del maniaco prendendo lo stesso autobus agli stessi orari. E i suoi sforzi sono stati premiati avendo la soddisfazione di vedere lo straniero preso in consegna dai poliziotti dopo che è sceso dalla linea 6 a Marghera ieri.

La volante a Marghera, in p.zza Sant’Antonio, si è portata rapidamente, appena ricevuta la chiamata in cui si confermava che a bordo di quell’autobus della linea 6 la ragazza aveva riconosciuto l’uomo che nella mattinata del 21 febbraio l’aveva pesantemente palpeggiata.

Ai poliziotti giunti sul posto la giovane ha indicato l’autore della violenza, un bengalese di 39 anni residente a Mestre, che è stato subito fermato.

La ragazza ha spiegato agli agenti che alle ore 07.30 del 21 febbraio, mentre si trovava a bordo dell’autobus di quella stessa linea 6, in direzione Venezia, era stata palpeggiata dall’uomo.

Giunta a piazzale Roma era scesa rapidamente e si era allontanata piangendo sconvolta.

Soltanto nel primo pomeriggio aveva raccontato tutto alla madre che ha contattato il numero di emergenza 113 per denunciare i fatti alla Polizia.

Ieri la ragazza salita a bordo dell’autobus con la madre ha riconosciuto l’uomo che la aveva molestata il giorno precedente, ha chiamato il 113 e rimanendo in contatto con i poliziotti è riuscita a tenerlo d’occhio fino all’arrivo della volante che lo ha bloccato.

L’uomo accompagnato presso gli uffici della Questura per gli accertamenti del caso è stato denunciato in stato di libertà per violenza sessuale.

Per la ragazza la drammatica vicenda si conclude, nella speranza che possa anche dimenticare presto l’incubo di una forma di violenza sessuale così vigliacca che l’ha vista aggredita di mattina a bordo di un mezzo pubblico di trasporto. Un ambiente che – teoricamente – si dovrebbe definire sicuro dato che porta i nostri figli a scuola o a lavorare.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Bisogna tagliarli fuori dalla società questa gente malata. Io sono straniero e sono Indignato.

    Chiederei una pena più severa possibile.

    Bisogna proteggere tutti.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

“Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Lettere

In risposta alla lettera “Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Mi si spezza il cuore ogni volta che vado a Venezia. La mia città dove sono nata e cresciuta e che amo profondamente. Vivo in terraferma da...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.