COMMENTA QUESTO FATTO
 

Rag Doll Longanesi Daniel Cole
Mistero, casi irrisolti che aleggiano, la presenza di un serial killer ignoto che sparge terrore e un detective altrettanto misterioso che cerca di far luce sulla vicenda. Questi gli ingredienti del divertente e teso romanzo d’esordio del giovane scrittore inglese Daniel Cole, Rag Doll (Longanesi, pagg. 432 € 17,60).

Il detective in questione, protagonista di quella che sarà una trilogia, già prevista dall’autore, è William Fawkes. Nel 2010 aveva aggredito il Cremation Killer, Naguib Khalid, durante l’assoluzione di lui in tribunale ed era stato internato in un ospedale psichiatrico, ora, nel 2014, è tornato in servizio e dovrà subito occuparsi di un caso particolare: un solo corpo… composto da sei parti cucite insieme di sei vittime! Il killer inoltre, fa arrivare alla stampa un elenco di nomi e date, quelle delle sue prossime vittime: scorrendo la lista fino all’ultimo nome, Wolf capisce che quella terribile sfida lo riguarda molto da vicino.

La storia architettata con astuzia e bravura dal giovane Daniel Cole è intrisa di suspanse e riesce a coinvolgere il lettore sin dalle prime pagine. Si viene catapultati immediatamente in una scena del crimine sconvolgente e si fa subito la conoscenza di alcuni dei protagonisti della scena poliziesca inglese di Scotland Yard.

William Fawkes, come ogni personaggio principale che si batte per la giustizia, è descitto quasi come il bello e dannato della situazione, conteso fra una collega e l’ex moglie, attorniato da poliziotti, ognuno dei quali descritto a tutto tondo, che compongono il team d’indagine.

Dovranno smascherare l’identità del serial killer che si prende gioco di loro e ben presto sarà Wolf, nickname di William, ad essere costretto a fare i conti con il proprio passato. Grazie alla ”Ragdoll”, la bambola di pezza, il soprannome dato dalla stampa a questo cadavere, la vicenda e la tensione si scatenano.

Tutti a domandarsi quale sia il bandolo della matassa che collega le parti allo stesso Fawkes e questo ciò che tiene col fiato sospeso il lettore per l’intera vicenda, mentre il serial killer continua a mietere vittime. Una corsa contro il tempo quella del team di Wolf, di cui anche il lettore si sente ben presto parte!

Con uno stile semplice, lineare, ma carico di adrenalina, Cole riesce a trasportare la vicenda fino alla fine facendo impazzire il lettore: Male e Bene si intrecciano, si confondono, si incastrano, fino alla fine si ha la sensazione di non poter escludere nessuno ed è proprio questo che va ad alimentare la suspanse, per una conclusione che pone le basi per un secondo romanzo, ma di per sé autoconclusivo.

Alice Bianco

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 
Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorarecensioni.vdv@gmail.com

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here