Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
9.8C
Venezia
sabato 06 Marzo 2021
HomeNotizie Venezia e MestreRaccolta rifiuti a Venezia, si cambia. Consegna il sacchetto o portalo alla barca

Raccolta rifiuti a Venezia, si cambia. Consegna il sacchetto o portalo alla barca

Raccolta rifiuti a Venezia, si cambia. Consegna il sacchetto o portalo alla barca

Il sistema di raccolta rifiuti a Venezia cambia radicalmente. Niente più sacchetti abbandonati nei campi o lungo le calli. Basta con i gabbiani o roditori che vanno a rovistare tra i sacchi dell’immondizia alla ricerca di cibo sporcando la città. Dopo il successo della sperimentazione avviata nel settembre 2015, nella zona tra l’Accademia e Punta della Dogana, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con Veritas, ha deciso di estendere gradualmente il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti a tutta la città d’acqua.

A presentare l’importante novità, con lo slogan “Togliamo i sacchetti di rifiuti dalle calli di Venezia”, sono stati questa mattina a Ca’ Farsetti, nel corso di una conferenza stampa l’assessore comunale all’Ambiente, Massimiliano De Martin, la presidente della V Commissione, Lorenza Lavini e il direttore generale di Veritas, Andrea Razzini.

In pratica, si estenderà dal prossimo ottobre a tutto il sestiere di Dorsoduro il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta a Venezia. La sperimentazione del nuovo sistema, pensata per eliminare la presenza di sacchetti di immondizia nelle calli, partita a settembre 2015 dalla zona di Dorsoduro est, ha dato risultati soddisfacenti e verrà progressivamente estesa all’intera città, a partire da Dorsoduro ovest nel prossimo mese di ottobre, con il progetto di raggiungere Castello da febbraio 2018, e così l’intero centro storico.

A fare il punto sul progetto intitolato ‘Togliamo i sacchetti di rifiuti dalle calli di Venezia’, in una conferenza stampa a Ca’ Farsetti, è stato il direttore di Veritas, Andrea Razzini. “Il modello – ha spiegato Razzini – viene proposto soprattutto all’utenza e, pur essendo unitario, verrà adattato alle varie zone della città, a seconda di ragioni logistiche ed abitudini. La zona di Dorsoduro Est, che ricomprende l’Accademia e la Salute, è piccola ma rappresentativa per la variabilità nella composizione delle utenze, con 536 utenti domestici, 404 non domestici e 365 non residenti. E, solo con l’applicazione del nuovo modello, la raccolta differenziata è aumentata fino al
40%”.

Venezia, pur essendo la prima città (con Mestre) sopra i 200.000 abitanti in Italia per raccolta differenziata, con il 53,75%, in centro storico fa registrare solo il 25,81%. “Non penso – ha detto De Martin – che questo 25% sia frutto di mancata sensibilità, ma di difficoltà oggettive per l’utenza rispetto a quella di terraferma. E’ comunque giusto dare ora una svolta”.

Il nuovo modello, che mira anche a ridurre la proliferazione di gabbiani reali, si basa su due leve alternative, sei giorni su sette: il passaggio dell’operatore a casa o il posizionamento di appositi cassonetti, sempre in orario mattutino, a bordo di barche con operatori lungo i rii cittadini.

“Dal mese di ottobre, quando il nuovo sistema verrà esteso al Sestiere di Dorsoduro – ha spiegato Razzini – i cittadini avranno due possibilità: se sono a casa, potranno aspettare l’arrivo dell’operatore ecologico che suonerà o busserà alla porta, dal lunedì al sabato, tra le ore 7.30 e le ore 11, e consegnargli la spazzatura secondo il calendario di raccolta per tipologia di rifiuto. Se invece lo preferiscono, potranno portare i sacchetti direttamente nei punti di stazionamento delle barche di Veritas, ormeggiate dalle 6.30 alle 8.30 in punti strategici del quartiere. Ad esempio a Dorsoduro le barche saranno in Rio della Salute, Rio di San Vio, San Basilio, F. ta dell’Arzere, Ponte San Trovaso, F. ta Alberti. Molteplici gli obiettivi: limitare l’esposizione dei rifiuti sul territorio migliorando il decoro urbano, aumentare la percentuale di raccolta differenziata, ma soprattutto rispondere al richiamo delle autorità sanitarie, che hanno chiesto di contrastare l’invasione dei gabbiani reali.

Da gennaio 2017 il nuovo sistema interesserà Santa Croce e San Polo, dal mese di maggio del prossimo anno, San Marco, da Ottobre 2017 Cannaregio ed infine Castello da febbraio 2018.

La Giudecca e le isole verranno coinvolte in forma parallela secondo un calendario che verrà comunicato per tempo alla cittadinanza. Il modello verrà infatti adattato alle varie zone della città, a seconda delle abitudini delle persone e della conformazione dell’area. Verranno predisposti volantini per accompagnare passo passo i cittadini a questo cambiamento. “E’ un modello di raccolta dei rifiuti – ha precisato ancora Razzini – che richiede impegno da parte della popolazione e uno sforzo di Veritas, ma che darà risultati importanti. Basti pensare che su una media, nella città storica, di raccolta differenziata pari a 25,81%, un 40% è dato dall’applicazione della sperimentazione all’Accademia”.

“I dati sulla sperimentazione che abbiamo fatto all’Accademia, che ha coinvolto, 536 utenze domestiche, 404 utenze non domestiche, 365 utenze non residenti -– ha aggiunto l’assessore De Martin – hanno dimostrato che è stata rapida la capacità dei cittadini di adattarsi al nuovo sistema, anche perché hanno trovato dei vantaggi e hanno oggettivamente constatato che la zona in cui vivono risulta più pulita. Con i dati a consuntivo – ha continuato l’assessore – cercheremo anche di capire come si distribuiscono i rifiuti. Ricordo che questa città ha una popolazione di 56 mila abitanti contro 22 milioni di turisti all’anno. Il rapporto è impari e questi costi sono a carico dei cittadini e vengono distribuiti sull’intero territorio comunale. Tutti dicono che Venezia sia una città fragile, ma in pochi contribuiscono a renderla forte”.

Redazione | 20/07/2016 | (Photo d’archive) | [cod rifiuve]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...