mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Questa estate andremo in spiaggia, ecco come

HomeSpiaggeQuesta estate andremo in spiaggia, ecco come

Questa estate andremo in spiaggia, ecco come

Estate, spiagge e mare. E’ una delle tante incognite che incombono sui pensieri di molti di noi, subito dopo alle problematiche primarie: lavoro, scuole, ecc.

Come sarà la stagione estiva che si va approssimando a causa delle norme che hanno cambiato la nostra vita negli ultimi mesi?

Accessi a ‘numero chiuso’, piantane degli ombrelloni distanziate, controlli con i droni e vigili tra i bagnanti.

La spiaggia “libera” nell’estate 2020, quella del coronavirus, sarà meno libera e più ‘disciplinata’.

Diversi Comuni balneari sono pronti ad attrezzare le spiagge per la prossima estate, ipotizzando che “se ci sarà controllo non si rischia nessuna bomba epidemiologica sui lidi pubblici”.

Perché rendere sicure le spiagge libere significa anche regalare il mare a tutti e rendere le vacanze veramente accessibili.

In attesa delle nuove misure nazionali per la fase 2, i territori costieri propongono una fotografia realistica di un’inedita estate e in molti, visto lo slittamento di molte prenotazioni ad ottobre e scongiurato il rischio di troppe cancellazioni, sono convinti che la stagione turistica si allungherà fino agli inizi d’autunno.

A infondere ottimismo, con il massimo della cautela, è anche il direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Iss, Gianni Rezza, per il quale se la situazione epidemiologica “confermasse l’attuale trend di miglioramento, allora ci si augura che gli italiani possano andare in vacanza, ma in questo caso si potrebbe andare in spiaggia ed al mare solo rispettando scrupolosamente il distanziamento sociale”.

Da Olbia alla costiera ionica, passando per quella amalfitana, diversi Comuni aspettano indicazioni precise dal governo ma nel frattempo c’è chi azzarda progetti per rilanciare le spiagge pubbliche, dove sarà necessario ‘educare’ turisti e bagnanti per il rispetto delle norme di distanziamento sociale.

A vigilare ci sarà soprattutto la polizia municipale, in shirt e cappellino con visiera. L’idea di alcuni è quella di coinvolgere anche volontari e non solo.

“Si potrebbero ingaggiare anche pro-loco o beneficiari del reddito di cittadinanza”, spiega Mauro Della Valle di Federalberghi Salento, una dele associazioni coinvolte per le proposte alla Regione Puglia in vista delle linee guida nazionali. “Ma – spiega – per evitare i rischi di tensioni c’è bisogno del supporto di forze dell’ordine, che sono pubblici ufficiali”.

La Costiera Amalfitana punta sugli influencer per promuovere i territori e aldilà degli spot ci sono già idee per evitare assembramenti sotto l’ombrellone. “Con tutti i sindaci della costiera abbiamo previsto una app per qualsiasi prenotazione – spiega Antonio Capone, primo cittadino di Maiori, il più grande Comune della costiera amalfitana – . Ma anche le spiagge libere, seppure a numero chiuso, saranno accessibili a chi vorrà. Qui piazzeremo degli stalli posti secondo le distanze consentite: quando ognuno di questi sarà occupato con i singoli ombrelloni, la spiaggia sarà da considerarsi piena”. Gli agenti della municipale “gireranno tra i bagnanti e useranno anche droni”.

A Santa Marina, paese del Cilento, è stato già stilato un piano spiaggia: postazioni numerate a una distanza minima di cinque metri l’una dall’altra. All’ingresso un unico varco di accesso, dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale. All’arrivo gli utenti dovranno fornire un documento d’identità e sarà registrata anche la temperatura corporea. Ogni postazione potrà ospitare fino a quattro adulti.

Più scettico è Roberto Tondinelli, presidente del consorzio di Marina di San Nicola, sul litorale laziale: “Al mare c’è sempre vento, che veicola le cosiddette goccioline. Perciò a volte la distanza di pochi metri potrebbe non bastare – spiega – . Sicuramente per limitare gi accessi serviranno varchi e sorveglianza”.

Anche ad Olbia, dove ci si augura l’arrivo di turisti dalla Penisola, saranno utilizzati i vigili per i controlli sul rispetto delle misure, già negli anni scorsi impegnati nei controlli anti-inquinamento in spiaggia, in particolare contro l’utilizzo della plastica.

Non solo mare. Monica Saielli, presidente di Assocamping, assicura che si potrà campeggiare in sicurezza: “i turisti godranno non solo di uno spazio riservato, dai 65 ai 120 mq, sulla quale ci sono camper, tenda o bungalow, ma anche di spazi comuni ampi, dove il personale delle strutture si può occupare del rispetto del distanziamento. Implementeremo inoltre nuovi turni di pulizia, disinfezione e sanificazione”.

Con i dovuti accorgimenti anche quest’anno sarà quindi possibile fuggire dallo stress, ma non al mantra delle nuove regole.

(foto da archivio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie. Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità. 1) Quando si parla di ambiente,...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

“C’è l’obbligo di vaccinazione, perché non posso scegliere il Novavax?”. Lettere

Siamo a gennaio 2022 ( i commenti che ho letto sono molto più vecchi). Non mi sono ancora vaccinata perché, vedendo anche brutte conseguenze post vaccino su alcune persone a me conosciute ( direttamente o indirettamente) a me questa Terapia genica...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Tuffi a Venezia: turista in topless nuota davanti alla Partigiana

Fuori programma a Venezia venerdì 21 gennaio. Una giovane turista dalla giunonica bellezza si è spogliata, si è messa in topless, e poi si è bagnata sulle acque della laguna tuffandosi dal monumento della Partigiana, ai Giardini-Biennale. C'è da dire che era...