Putin e la ricostruzione della Grande Russia

0
313

L’Italia, l’Europa, l’America, continenti con legami politici ed economici che in questo nuovo millennio, a seconda di chi governa, si stringono o si allentano. Chi rimane al potere in Russia però, è sempre lui, l’attuale presidente, Vladimir Putin.

L’editorialista del Corriere della Sera, Sergio Romano, ex ambasciatore alla NATO e negli anni ’80 a Mosca, ha voluto fare luce proprio sulla figura dell’attuale presidente, nonché sulla Storia della Russia dal crollo del muro di Berlino ad oggi.

Putin e la ricostruzione della grande Russia (Longanesi, pagg. 160, 18€) è un saggio che affronta ed analizza la figura di una delle personalità più controverse della politica internazionale e più in generale è un excursus sulla ”Grande Madre” Russia e della sua volontà di recuperare un’identità perduta.

”La Russia è un indovinello avvolto in un mistero all’interno di un enigma” molto cripitica come affermazione, ma Winston Churchill, ci aveva visto giusto. Ciò che circonda questo Paese è infatti un’aura di mistero, che Sergio Romano cerca di svelare, rivolgendosi al lettore in maniera quasi didattica, ma molto coinvolgente, grazie alla sua esperienza di editorialista.

L’autore cerca di fare chiarezza proprio sulla Storia russa, mostrando come molti aspetti della politica odierna di Vladimir Putin, possano trovare una spiegazione nel passato: dalla rivoluzione d’Ottobre alle riforme fallite di Gorbaciov, dalla disintegrazione dell’Unione Sovietica alle sue relazioni con l’Occidente negli anni successivi.

Quali sono però le vere ragioni per cui Putin è stato considerato ”l’uomo più potente del mondo” dalla rivista Forbes? Qual è il segreto di un potere così incontrastato? Romano risponde dimostrando l’impegno profuso dall’attuale presidente della nazione, per ricostruire la vera identità russa, rinnovando simboli, valori e ideali rimasti sepolti per secoli.

Ed è così che la figura di Putin si fa più chiara. Grazie a Sergio Romano infatti, l’attuale presidente è visto sotto una nuova luce: è una parte importante dell’Occidente, regista di una politica aggressiva (contro l’Ucraina e la Crimea) e di segreti governativi, anche se appare come l’ennesimo ”tiranno” di un Paese che non riesce a essere totalmente democratico.

Capire, sapere prima di poter giudicare e poi eventualmente dare una propria opinione. Far chiarezza è ciò a cui aspira l’autore con questo saggio, per poter far comprendere a coloro che sentono solamente qualche servizio televisivo di due minuti al tg, quanto sia importante quest’uomo, nel bene e nel male, per il panorama internazionale. Scelte, giochi di potere e una politica ferrea, documentate e spiegate perché è soprattutto necessario capire per quale motivo il mondo è così.

Alice Bianco

Riproduzione vietata


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here