spot_img
spot_img
spot_img
10.9 C
Venezia
venerdì 22 Ottobre 2021

Il punto sul campionato (mentre l’ Inter scappa)

HomeCalcioIl punto sul campionato (mentre l' Inter scappa)

Il punto sul campionato (mentre l' Inter scappa)

Zero vittorie e all’orizzonte nessuna speranza di salvezze. Inutile che il popolo gialloblu si illuda, la permanenza in serie A è ormai un miraggio e solo la matematica non condanna l’Hellas Verona. Mercato completamente sbagliato e un non gioco che con l’assenza di Toni ha mostrato tutti i suoi limiti. Per salvarsi servirà alla squadra di Mandorlini una media da Euro League e vista l’incapacità di vincere una partita in tredici giornata, si tratterà di un miracolo.

A far compagnia agli scaligeri, la cenerentola Carpi a cui il cambio di allenatore e il ritorno di Castori non hanno portato benefici. Anche per la squadra emiliana le speranze di salvezza sono ridotte al lumicino. Qui a pesare, una mancanza di organizzazione post addio del Ds Giuntoli.

Chi prosegue la crisi ma galleggia in una posizione di classifica non pericolante ma anonima, sono Lazio e Milan. I biancoazzurri non riescono a dare una svolta al proprio campionato e un vertice tra Pioli e società sembra inutile di fronte alla rosa a disposizione dell’allenatore. L’ottavo posto che stanno occupando al momento è il giusto valore dei giocatori. Difficilmente senza un intervento sul mercato a gennaio del presidente Lotito, la squadra potrà risalire posizioni.

Nella stessa situazione il Milan, dove Mihajlovic sembra abbandonato a se stesso. Il presidente Berlusconi preferisce il silenzio e probabilmente ha ragione. La società del Milan è un gruppo di dirigenti incapaci di abbandonare la sedia del potere e ancora peggio, non hanno neppure soluzioni all’ennesima stagione anonima. Mister Bee sembra sparito (e forse è meglio così), Galliani è nell’ombra e i milioni spesi hanno finora portato 20 punti. Quello che fino ad ora è riuscita a combinare la dirigenza è stato solamente un continuo cambio di allenatori e collage di svincolati. Poi improvvisamente quest’anno, tornano le spese pazze ma fatte in modo scellerato. L’unica speranza dei tifosi rossoneri è un restyling delle poltrone al comando.

E proprio al comando c’è l’Inter, che con il suo non-gioco non perde comunque un colpo. Quattro a zero al Frosinone e più due sulle inseguitrici. Tra queste, il Napoli di Sarri pare la più solida e continua, anche a Verona ha vinto facilmente dal momento che ha cominciato ad accelerare.

Fiorentina e Roma hanno avuto una doppia battuta di arresto, e sembrano più fragili e propense ad incappare in scivoloni. Chi sembra fuori dai giochi è la Juventus, benché lentamente stia recuperando punti e posizioni. Nove punti di distacco al momento sono insormontabili, visto anche il gioco non eccelso espresso dagli uomini di Allegri.

Ma il campionato è ancora lungo, molto lungo.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements