Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
12.1C
Venezia
lunedì 01 Marzo 2021
HomeVenezianiPugno di ferro della Regione su ex La Vida: occupanti identificati e denunciati in Procura

Pugno di ferro della Regione su ex La Vida: occupanti identificati e denunciati in Procura

Raccolta firme contro vendita ai privati dell'ex Vida a Venezia

Avrebbero meritato un tributo all’impegno, nello sforzo generoso di affidare i locali de La Vida di campo San Giacomo alla città, ma la risposta è stata di tutt’altro segno.

La Digos ha denunciato gli occupanti, dopo che la Regione aveva inoltrato un esposto in procura: nomi e cognomi di una decina di rappresentanti le associazioni Omnia, About e il Caicio, e all’orizzonte s’intuisce uno sgombero.

Eppure i cittadini con le associazioni, le famiglie, i bambini, avevano manifestato interesse e partecipazione per le attività promosse, erano state raccolte 1300 firme che chiedevano alla Regione di non vendere ai privati l’Antico Teatro di Anatomia e alla Soprintendenza il vincolo nel tentativo di conservare e tutelare l’edificio mantenendo la proprietà pubblica e destinarlo a un progetto culturale rivolto soprattutto ai veneziani.

La vitalità contagiosa tra cittadini nel fare, inventare iniziative idonee a far rivivere il campo san Giacomo, poteva essere raccolta e valorizzata dal Comune, ma le conseguenze sono evidenti: le istituzioni non hanno preso in considerazione una destinazione a uso civico de La Vida, per una volta almeno, a vantaggio dei cittadini, della città.

Ora questo braccio di ferro con gli occupanti, questa denuncia, appaiono sgradevoli e ingiusti ai veneziani che in questa piccola ma preziosa battaglia di civiltà hanno tentato un’azione in controtendenza rispetto l’uso della città, povera di spazi pubblici dedicati ai suoi abitanti.

Il Comune poteva esercitare il diritto di prelazione e sabato scadono i termini, la Vida rimarrà quindi di proprietà di Alberto Basti anello della famiglia titolare del gruppo Pam, che vorrebbe aprire un ristorante dedicato ai veneziani e alla loro tradizione culinaria.

Non è contro Bastianello l’occupazione, sostengono i frequentatori delle iniziative de La Vida, ma la testimonianza civica di questi mesi ha messo in rilievo il bisogno di attività culturali, di nuove energie che meritano di essere valorizzate.

E il fatto che siano proprio le istituzioni a ignorarle, indica la tendenza a non saper ascoltare le esigenze che partono dai progetti che la città mostra di aver pensato, ideato, per ridare stimolo e coscienza alla vita e al benessere di Venezia, che in fondo se lo merita.

Perché gettare via quel che è stato costruito? E perché denunciare chi ha accolto musicisti, artisti, artigiani, attività ludiche rivolte a bambini e anziani, per un progetto culturale di laboratori, luoghi aderenti al vissuto di campo San Giacomo, alla vita vera di chi si è abituato a essere ‘visto’ riconosciuto e accolto in un posto che lo riguarda e che sostiene un bisogno che accomuna gli esigui residenti che non vogliono abbandonare la speranza di sentirsi partecipi di una trasformazione che già ha ricevuto un solido gradimento.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Una persona ha commentato

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.