mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Psicologo a disposizione dei profughi pagato dall’ULSS 3. La prossima follia quale sarà?

HomeLetterePsicologo a disposizione dei profughi pagato dall'ULSS 3. La prossima follia quale sarà?

Psicologo a disposizione dei profughi pagato dall'ULSS 3. La prossima follia quale sarà?

A Cona l’ULSS 3 ha messo a disposizione uno #psicologo a sostegno dei profughi ospitati nell’hub veneziano. La prossima follia quale sarà?”.

La notizia è stata data qualche giorno fa dalla stampa locale. Dopo le proteste inscenate dai migranti nelle scorse settimane, ed evidentemente pilotate dall’esterno, è stato proprio il primo cittadino di Cona, Alberto Panfilio, ad ipotizzare tale intervento.

I professionisti avranno il compito di verificare le condizioni di adattabilità alla permanenza nel campo del gruppo di migranti che durante il soggiorno hanno manifestato disagi.

I risultati delle sedute serviranno ad individuare i profughi maggiormente sofferenti, i quali saranno trasferiti altrove in breve tempo. La proposta si è naturalmente subito concretizzata grazie al Prefetto di Venezia Carlo Boffi, il tutto pagato, neanche a dirlo, con i soldi dei cittadini veneti.

In un territorio, tra l’altro, che presenta già delle problematiche di organico tali da rendere difficile l’erogazione dei servizi minimi a cui la popolazione locale avrebbe diritto.

Un Prefetto velocissimo nel reperire alloggi per gli ultimi arrivati e ad accontentare ogni richiesta dei presunti profughi, ma assai lento a fornire i dati del numero di arrivi totali di migranti in Veneto, dell’attuale numero di ospiti nei centri di accoglienza veneti e del numero di rimpatri effettuati per coloro che si sono rivelati privi dei requisiti per rimanere nel nostro Paese: la nostra richiesta di luglio 2017 infatti giace ancora inevasa.

È davvero una presa in giro e temiamo che, prima o poi, qualcuno perda pericolosamente la pazienza: perché lo stessa attenzione e la stessa solerzia non viene offerta anche alle famiglie venete che si trovano in stato di indigenza?

I servizi dei tg ogni giorno ci ripropongono casi di anziani lasciati soli e persone costrette a vivere sulle panchine e per le strade delle nostre città. Loro forse non meritano di essere supportati?

Invece di offrire questo ulteriore benefit, ci chiediamo perché queste persone che, ricordiamolo, entrano clandestinamente in Italia dichiarandosi subito profughi di guerra o perseguitati nel paese di provenienza, di fronte a vitto alloggio e cibo caldo abbiano ogni volta mille motivi per lamentarsi.

‘A caval donato non si guarda in bocca’, dice un popolare detto: ma se il caval donato non ti piace, l’unica alternativa possibile per noi è un bel biglietto di solo ritorno a casa”.

Andrea Bassi e Fabiano Barbisan
consiglieri regionali di Centro Destra Veneto – Autonomia e Libertà

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Scusate ho dimenticato una domanda importante anche se non sembra.
    – Gli psicologi parlano i vari dialetti africani oppure gli africani parlano correttamente l’italiano, quanti mediatori culturali servono a far da traduttori, perchè se si la spesa aumenta.

  2. Gent.li Consiglieri, se queste sono le teste che hanno studiato tanto, benedetta ignoranza, almeno avevano più saggezza e più serietà. Sembra una barzelletta. Italiani in strada, conseguenza della perdita del lavoro, hanno perduto casa, certi famiglia, onore e dignità, di conseguenza perdi la salute, e se non ha i soldi alla sanità che è diventata bottega non puoi accedere. Leggere e sentire questi cose dai media mi fa rivoltare lo stomaco e vergognare di essere italiana, ci stanno umiliando in ogni maniera, senza un briciolo di rispetto, potessi andarmene da questo schifo me ne andrei. IO ex precaria del Comune di Venezia, messa sulla strada un anno fa senza nessun scrupolo, a 60 anni sono senza speranza.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

“Se John Malkovich non può entrare in albergo senza Pass, com’è entrato in Italia?”. Lettere

Buongiorno ho letto la notizia, oramai su tutti i quotidiani, in merito al blocco dell'ospitalità a Malkovich perché sprovvisto di green pass; ineccepibile e coraggioso comportamento della direzione ma mi chiedo come è entrato in Italia?? Sicuramente con un aereo...

Cognato circuisce ragazzina di 12 anni con regali e ne approfitta sessualmente, Tribunale di Venezia: niente patteggiamento

Ha abusato sessualmente di una ragazzina di 12 anni. Il responsabile è il cognato che di anni ne aveva ben più di trenta. Ne ha abusato ripetutamente ammaliandola con regali e regalini per confonderla. Finché la scuola si è accorta che...

Porto off-shore: tempi lunghi e incertezza sulla crocieristica

Le 11 proposte per il concorso di idee del porto Off-shore di Venezia arrivate all’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Settentrionale sono state accolte con ottimismo. C’è chi ha letto in questa nutrita partecipazione un inaspettato interesse per Venezia ma in...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...