Profughi arrivati nella notte, trovata pensione

ultimo aggiornamento: 18/04/2015 ore 06:13

83

Profughi arrivati nella notte, trovata pensione

Gli sbarchi dei profughi sulle coste della Sicilia e non solo, iniziano ad interessare seriamente tutta Italia. Nella notte sono arrivate a Marghera quattrodici donne eritree (sistemate in una pensione) e sette uomini (nella Cooperativa Sociale, Coges di Viale San Marco). Entro domenica sono attesi altri 48 migranti e si ipotizza la costruzione di una tendopoli in zona aeroporto.

Le donne poco più che ventenni, assieme ai loro bambini, sono arrivate a Marghera alle due di questa notte ed alloggiano alla pensione Autostrada, vicino allo svincolo. La pensione è stata l’ultima spiaggia, scelta dalla Prefettura per ospitare le quattrodici profughe.


La pensione Autostrada, in trattativa da diverso tempo con la cooperativa «Città solare», si stava preparando ad eventuali accoglienze, ma non credeva così presto e i proprietari cinesi hanno accettare all’ultimo minuto. Per i sette uomini invece, i posti letto sono stati offerti dalla cooperativa Coges di Mestre.

La situazione, come confermato dalla Prefettura, è drammatica. «Basterebbe che ogni comune accogliesse nove persone per risolvere il problema», aveva espressamente detto il prefetto Domenico Cuttaia, ma così non è stato e il numero degli emigranti aumenta di giorno in giorno. Per domenica sono previsti altri duecento arrivi in Veneto, con 48 persone destinate a Venezia.

Le piccole strutture non bastano più e si sta valutando l’ipotesi di costruire una tendopoli in zona aeroporto a Tessera. La scuola di Trivignano è ancora in fase di ristrutturazione, la colonia Morosini ospita già 35 persone ed anche altri ostelli sono al completo. Tra gli hotel, si sono resi disponibili solamente l’Autostrada di Marghera ed alcuni di Chioggia.


Redazione

17/04/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here