Profughi al Morosini, Salvini “Venite anche voi in vacanza”

ultimo aggiornamento: 20/02/2015 ore 16:44

176

Profughi al Morosini, Salvini "Venite anche voi in vacanza"

Profughi al Morosini, Salvini rilancia la polemica: “Venite anche voi in vacanza” con tono volutamente provocatorio.

«Clandestini in vacanza, italiani per strada. Se volete anche voi prenotare un soggiorno telefonate…» con tanto di numero di telefono.


Questo l’annuncio polemico lanciato su Facebook dal leader del Carroccio, Matteo Salvini, dopo l’arrivo alla colonia Alberoni del Lido di Venezia di decine di migranti. Post accolto da 20mila Mi piace e con decine di chiamate arrivate alla colonia, tra insulti e prese in giro.

«Abbiamo ricevuto chiamate da tutta Italia per tutto il giorno», racconta una dipendente del Morosini, «molte avevano un tono civile, mentre altre erano cariche di insulti. È stata una giornata difficile per me e i miei colleghi». Leghisti arrabbiati hanno dato man forte in questo modo alla proposta di Salvini; numerosi anche i commenti, per lo più di cittadini del Lido, sull’account ufficiale di Fb del leader della Lega Nord.

Il consigliere di amministrazione dell?Istituto Centro di Soggiorno Morosini, Alvise Ferialdi, ha però espresso la sua contrarietà all’accaduto. «Mettere sui social network il numero telefonico del centro degli Alberoni è stata una pessima scelta che sta causando disagi al personale. Un cosa per la quale potrebbe a questo punto anche scattare una denuncia».


Redazione

[20/02/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. Che Salvini fosse quello che è. si sapeva. Che ventimila persone abbiano approvato la violenza ignobile delle sue provocazioni, si poteva forse prevedere, visti, i tempi, i modi, l’ignoranza e la miseria umana a tu per tu con questa becera politica leghista.

    Che il consigliere Ferialdi si stupisca delle conseguenze su ciò che lui ha detto e provocato, è davvero strano.
    Vada per piacere a rileggersi le dichiarazioni da lui stesso pronunciate.
    Venga a spiegare, per favore, il perchè di una manifestazione per impedire a dei bambini molto più sfortunati dei “vostri” di poter trascorrere un periodo sereno in quella colonia.
    Il vero discorso è che quando si accende una miccia, si dovrebbe sapere che può provocare un incendio.
    I cittadini che non condividono i pensieri dei vari Salvini e compagnia i cittadini che si sono indignati, aspettano le sue scuse.

    Andreina Corso

Please enter your comment!
Please enter your name here