sabato 22 Gennaio 2022
0.4 C
Venezia

Prima di ritorno e lo scudetto è andato. Solo la tecnologia ci salverà. Di Mattia Cagalli

HomeCalcioPrima di ritorno e lo scudetto è andato. Solo la tecnologia ci salverà. Di Mattia Cagalli

cartellino rosso arbitro espella cavanda lazio

Prima giornata del girone di ritorno, il campionato per quanto riguarda la lotta scudetto può dirsi concluso. 7 punti separano ora la capolista Juventus dalla Roma, prima inseguitrice; visto l’andamento di queste venti giornate un recupero pare quantomeno improbabile.

I giallorossi hanno perso ancora punti, ennesimo pareggio che li allontana in maniera insormontabile dai bianconeri. Lo scudetto però, la squadra di Garcia lo ha iniziato a perdere molto prima, esattamente dopo Juventus – Roma del 5 ottobre 2014. Dopo quel 3 a 2 per la Vecchia Signora, l’allenatore francese ha cominciato l’attacco perpetuo alla classe arbitrale. Creando anche inconsciamente un alibi ai suoi giocatori. Da quella partita infatti Totti e compagni non hanno più giocato con la stessa foga e convinzione, come se sapessero che comunque qualunque cosa accada… La Juventus sarebbe arrivata prima.

Rudi Garcia in un’intervista ha dichiarato con orgoglio di essersi italianizzato, peccato abbia prontamente acquisito il lato peggiore dell’italiano medio. La cultura del sospetto. Involontariamente ha indebolito un meccanismo perfetto che almeno per questo anno non porterà i frutti sperati. Un altro colpo fu la scandalosa sconfitta casalinga per 7 a 1 con il Bayern Monaco, un colpo mortale all’autostima.

Ora la lotta al vertice riguarda solamente la qualificazione alla prossima Champions League. Napoli, Lazio, Sampdoria e Fiorentina si daranno battaglia fino all’ultima giornata. Proprio la Sampdoria è stata protagonista dell’esempio perfetto, quello che dimostra la totale inutilità di sei arbitri sul campo. In particolar modo di quelli di linea.

Il goal non goal (che è in realtà goal tutta la vita), subito contro il Palermo, grida vendetta. L’arbitro di linea era in posizione perfetta, anzi si è addirittura abbassato per una migliore visuale. Nonostante questo, non è stato in grado di stabilire la regolarità del goal. Incapacità? Non credo, semplicemente l’occhio umano non è in grado di assicurare la giusta decisione.

Allo stesso modo il giudice di fondocampo, non ha aiutato l’arbitro nel decretare il rigore a favore della Lazio contro il Milan. Nonostante anche in questo caso, si trovasse in posizione prediletta. Se nel secondo caso, siamo di fronte a un errore umano o comunque errata interpretazione e quindi non si può porre rimedio… Nel primo episodio invece si. Basterebbe usufruire della tecnologia esistente da anni.

Questa volta, forse però ci siamo, il presidente della Figc ha garantito l’inizio dell’uso dell’occhio di falco (o di bue come ha detto Tavecchio, nell’ennesimo tentativo di una battuta infelice), dal prossimo anno. Se sarà vero, lo scopriremo solamente a luglio, nella speranza che non siano solamente parole come di solito accade in questo paese.

La scusa ricorrente sul mancato utilizzo della tecnologia è il costo troppo elevato ma sinceramente cosa costa pagare degli inutili arbitri?

Mattia Cagalli

[28/01/2015]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Quando la città è troppo affollata di visitatori: “Venezia la si vuole piena di turisti”. Lettere

In risposta alla lettera: "A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani". Venezia la si vuole piena di turisti !!! Questo e’ il business. Dai ragazzi, guardatevi negli occhi. Io a Venezia ci vivo da non Veneziano: le...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...