COMMENTA QUESTO FATTO
 

Cari Genitori,
in questi giorni molti di noi si stanno attivando per protestare contro gli aumenti dei buoni pasto.
Già lo scorso dicembre l’amministrazione comunale aveva approvato dei rincari e ieri ha deciso di togliere la soglia massima di contribuzione a carico dell’utenza (che era del 60%). La prossima settimana verrà deciso il nuovo aumento e potrebbero essercene altri.
Inoltre da quello che si legge dalla stampa iscriversi al servizio ristorazione costerà ogni anno per ogni figlio 50€. Il tutto senza ristrutturare il servizio e a parità di offerta.
Sembra necessario attivare una protesta che faccia sentire il peso delle famiglie e faccia capire all’amministrazione comunale cosa vogliamo.
Da più parti è arrivata la proposta per fare uno sciopero “del pranzo”, dando ai bambini il pranzo al sacco e di fatto boicottando quello fornito dalle mense scolastiche.
Per dare più forza all’azione proponiamo a partire da lunedì 25 maggio e a oltranza di mandare a scuola i bambini con il pranzo al sacco o andare a prenderli e farli pranzare a casa, disdicendo il pasto al mattino entro le 9.00 come da Regolamento.

Nicola

25/05/2015

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here