20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Ponte di Calatrava, iniziato il processo

HomeNotizie Venezia e MestrePonte di Calatrava, iniziato il processo

santiago calatrava ponte costituzione venezia light

Iniziato oggi davanti alla Corte dei Conti di Venezia il procedimento noto come “del Ponte di Calatrava”.
Si tratta di un processo per danno erariale a carico dell’archistar Santiago Calatrava chiamato a rispondere in giudizio per la lievitazione dei costi nella realizzazione del Ponte della Costituzione, il quarto ponte sul Canal Grande che unisce Piazzale Roma alla Stazione Ferroviaria.
Calatrava è chiamato dalla Procura a un risarcimento danni di 3,8 mln di euro.

Santiago Calatrava, che non è stato presente in aula, è accusato dal procuratore Carmine Scarano, assieme a tre esperti (Salvatore Vento, Roberto Casarin e Roberto Scibilia), di aver concorso, all’aumento dei tempi e dei costi.
L’architetto dovrà difendersi dall’accusa di aver commesso una serie di errori, tanto che dalla spesa iniziale di 6,7 mln di euro per il Ponte ha visto un costo complessivo finale di 11,276 mln di euro.

Il Ponte della Costituzione, il cui disegno venne regalato al Comune di Venezia da Calatrava nel 1996, tra rinvii e tempi di costruzione venne concluso solo nel 2008 con la supervisione progettuale dell’architetto catalano.

In apertura d’udienza, il procuratore Scarano ha presentato una nuova memoria in cui ha documentato ulteriori danni subiti dallo Stato per la fragilità dell’opera sottoposta, a causa del tipo di progettazione, a continui controlli statici e al
ripristino di parti eccessivamente fragili, come i gradini in vetro.

La difesa di Calatrava ha chiesto il rinvio del procedimento alla luce dei nuovi atti e di un analogo procedimento in sede civile che potrebbe essere avanzato dal Comune di Venezia contro Calatrava. L’istanza è stata respinta.

Redazione

13/11/2014

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.