martedì 25 Gennaio 2022
7.6 C
Venezia

Un anno di Polizia Municipale, in aumento sanzioni tassa soggiorno

HomeNotizie Venezia e MestreUn anno di Polizia Municipale, in aumento sanzioni tassa soggiorno

“Il 2014 non si può certo definire il migliore da ricordare nella storia dell’Amministrazione comunale e quindi del Corpo di Polizia municipale e non possiamo negare che quanto è accaduto abbia inciso direttamente e dolorosamente sul Corpo e sul personale operativo e amministrativo. In questo contesto di difficoltà il ringraziamento alle donne ed agli uomini della Polizia municipale di Venezia è quindi doppio: per aver garantito alla Città un servizio di polizia locale ai massimi livelli professionali e di attenzione e per averlo fatto nonostante le acque tempestose in cui ci siamo trovati, nostro malgrado”.

Si è aperto con queste parole del comandante della Polizia municipale, Luciano Marini, il “Rapporto annuale sull’attività 2014 della Polizia municipale”, consegnato in occasione della festa del Corpo, celebrata con una Messa svoltasi questa mattina nella chiesa di San Sebastiano alla presenza, tra gli altri, del sub-commissario prefettizio del Comune di Venezia, Sergio Pomponio e del direttore generale, Marco Agostini. Tra le autorità presenti, anche il prefetto, Domenico Cuttaia, il questore, Angelo Sanna, il commissario straordinario della Provincia di Venezia, Cesare Castelli.

Sul fronte del controllo stradale – evidenzia il Rapporto – si rileva un moderato aumento degli incidenti stradali rilevati, aumentati dai 998 del 2013 ai 1086 del 2014, mentre sono diminuite le sanzioni per mancato uso cinture di sicurezza (da 613 a 359), uso di apparecchiature telefoniche alla guida (da 445 a 259), mancanza di assicurazione (da 509 a 351), comportamenti che negli anni passati sono stati oggetto di controlli mirati. In forte incremento (circa 44%) le contestazioni per mancata esibizione dei documenti per iscrivere la perdita di punti sulla patente. Resta invece sostanzialmente stabile, a fronte di una riduzione dei controlli preventivi, il numero di documenti falsi effettivamente certificati e quindi perseguiti.

In materia di navigazione, grazie al riavvio dei controlli con il sistema Argos, dopo l’implementazione del sistema con nuove postazioni e la sistemazione del regolamento e del profilo organizzativo per effetto delle indicazioni del Garante per la sicurezza dei dati privati, gli accertamenti effettuati in remoto sono triplicati rispetto al 2011 (ultimo anno di riferimento con attività completa).

Per quanto le attività della Polizia amministrativa, mentre i controlli sui pubblici esercizi (in calo del 10% rispetto allo scorso anno) hanno registrato un calo del 40% delle violazioni rilevate rispetto al 2013 (da 144 a 90), quelli in materia di imposta di soggiorno sono stati incrementati quasi del doppio passando da 193 a 379, con proporzionale aumento dei verbali di contestazione. Anche le irregolarità rilevate in ambito edilizio, nonostante un incremento degli accertamenti di circa il 25% sull’anno 2013, sono diminuite di più del 40% (da 491 a 277)

Proseguono infine il progetto “Oculus” sulle occupazioni abusive di immobili, che nel 2014 ha portato a 75 operazioni di sgombero, i servizi anti prostituzione che, a fronte di un incremento dei servizi di vigilanza, quasi raddoppiati rispetto al 2013, hanno registrato minori sanzioni, e le azioni di contrasto, soprattutto in Terraferma, allo spaccio di stupefacenti, con 20 soggetti denunciati – di cui 7 arrestati in flagranza di reato – e 19 segnalazioni di consumatori alla Prefettura.

Redazione

[20/01/2015]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 16 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente conosci i nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del mattino. 365...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto