Polizia Stradale di Venezia, un 2014 per la sicurezza

ultimo aggiornamento: 11/01/2015 ore 06:29

198

Polizia Stradale di Venezia  2014

Polizia Stradale di Venezia, un anno di lavoro in cui si è investito in sicurezza: nel 2014 la Sezione Polizia Stradale di Venezia ed i dipendenti Distaccamenti di San Donà di Piave e di Portogruaro hanno effettuato 5311 pattuglie sia in ambito autostradale che sulla viabilità ordinaria in aumento rispetto al 2013 di quasi 300 pattuglie.
La prevenzione, in qualche modo, deve funzionare se nel 2014 (i dati sono riferiti al 31 dicembre) sono stati rilevati dalla Polizia Stradale complessivamente 467 incidenti stradali con una leggera flessione rispetto all’anno precedente, dei quali 276 con soli danni, 184 con feriti e 7 con esito mortale. Sono state 291 le persone ferite e 9 le persone decedute.

Le infrazioni al codice della strada e leggi complementari, rilevate durante l’attività di controllo sono state oltre 14.000 tra le quali si segnalano 479 contestate ex art 172 C.d.S. per il mancato uso delle cinture di sicurezza durante la guida, sebbene tale obbligo sia in vigore da ormai 25 anni; 288 infrazioni rilevate per l’uso del telefono cellulare alla guida del veicolo senza l’ausilio dell’auricolare o del vivavoce.


I conducenti sottoposti a verifica con etilometri e precursori alcol test sono stati 28095 con la contestazione di 673 sanzioni per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche (art. 186 C.d.S.), da rilevare un buon aumento dei controlli in linea con il trend degli ultimi anni, che hanno visto in prima linea la Polizia Stradale nel contrastare il fenomeno.

Sono state 1160 le patenti di guida ritirate, 744 le carte di circolazione ritirate e 22074 punti della patente complessivamente decurtati.
Sono stati attuati anche servizi specifici, indirizzati a prevenire e reprimere determinate tipologie di infrazioni, focalizzando i controlli sulle relative categorie di veicoli o in determinate fasce orarie, quali ad esempio il trasporto di animali vivi, il trasporto di persone ed i controlli di legalità in materia di obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile.

Senza dimienticare i “Controlli nel settore del trasporto professionale di merci”. Questo è uno degli ambiti strategici peculiari della Polizia Stradale in quanto tende ad assicurare la sicurezza, la legalità ed eque condizioni di concorrenza nel settore dell’autotrasporto, fulcro dell’economia, che per la specificità nazionale si muove principalmente su gomma, garantendo una veloce mobilità delle merci.
Testimonianza sono le 4722 liste di controllo che sono state stilate in occasione dei numerosissimi controlli eseguiti nel trascorso anno sui mezzi pesanti adibiti al trasporto merci.


Attività di Polizia Giudiziaria.
Nel corso del 2014 sono state arrestate 13 persone, tra le quali vi sono i 2 cittadini stranieri arrestati per tentato omicidio a seguito della rissa presso l’Area di Servizio di Marghera ed il cittadino italiano, che dopo aver rubato un Suv si è dato alla fuga all’interno dell’isola pedonale di Mirano.
La squadra di PG della Sezione, inoltre, ha rilevato che nei mesi di giugno e luglio 2014 lungo l’arteria autostradale A4 tra le province di Venezia, Padova e Verona, erano stati perpetrati diversi furti all’interno delle aree di servizio e ristorazione ai danni di ignari turisti ed utenti della strada. Proprio la particolare tecnica utilizzata dai criminali per l’apertura delle serrature dei veicoli, senza far scattare i sistemi antifurto, è stata oggetto di analisi investigativa che ha portato ad individuare il modus operandi del gruppo criminale, composto da quattro persone, che agivano utilizzando, in alcuni casi, dei telecomandi tarati su una frequenza che interferiva con il funzionamento del sistema di chiusura ed antifurto dei veicoli.
La complessa attività di indagine posta in essere, partita dalla raccolta delle segnalazioni di furto, continuata con lo screening dei transiti del veicolo utilizzato dai malfattori, ha permesso di deferire all’Autorità Giudiziaria i responsabili di almeno cinque episodi di furto.

Attività di formazione e prossimità.
Come ormai avviene da diversi anni, anche nel 2014, il personale di questa Sezione Polizia Stradale, in collaborazione con le scuole, gli enti e le associazioni del territorio veneziano, ha incontrato oltre 2500 tra bambini e giovani, che frequentano gli istituti scolastici di diverso grado, nell’ambito dei vari progetti finalizzati alla diffusione del tema della sicurezza stradale:
Ai progetti di valenza nazionale quali il progetto “Icaro”, giunto alla 14^ edizione, promosso dal Ministero dell’Interno con la Facoltà di Psicologia dell’Università “La Sapienza di Roma ed il progetto “BiciScuola”, nato dalla collaborazione tra la Polizia Stradale e gli organizzatori del Giro d’Italia si sono aggiunti gli appuntamenti che in sede locale ormai si ripetono annualmente, tra i quali sono da ricordare sicuramente:
gli interventi alle giornate della Prevenzione alcologica, in collaborazione con il Servizio Educazione e Promozione della Salute dell’ULSS 13, presso gli Istituti Istruzione Superiori Statali di Dolo e Mirano, rivolti agli studenti delle classi quarte che stanno per conseguire la patente di guida;
le giornate di formazione sull’Educazione alla Sicurezza Stradale presso l’Istituto Tecnico Commerciale Statale “L.B. Alberti” di San Donà di Piave;
il convegno del “bere consapevole” organizzato dal Centro di Formazione Professionale Regione Veneto Lepido Rocco di Pramaggiore (VE), presso la Sala delle Colonne del Collegio Marconi di Portogruaro,
il Progetto Scuola 2014 di Educazione Stradale, portato avanti con l’Assessorato alla Protezione Civile, Associazionismo, Turismo e Sport del Comune di Scorzè, che in quest’anno scolastico ha interessato le scuole primarie di Rio San Martino e Gardigiano di Scorzè;
Tra i più piccoli possiamo ricordare ad esempio l’incontro con i bambini della Scuola dell’Infanzia di Ballò di Mirano (VE), che si sono cimentati in una simulazione con le loro biciclette all’interno di un percorso con tanto di cartelli stradali e poliziotti agli incroci predisposto con le insegnanti ed i bambini della Scuola Materna Paritaria S. Antonio di Campalto (VE), che tramite un gioco dell’oca adattato si sono confrontati con le tematiche relative alla sicurezza stradale e le sue regole, poiché l’interiorizzazione delle norme fin dalla prima infanzia assume un significato fondamentale nel percorso di crescita del bambino.

Quest’anno, inoltre, per la prima volta la Stradale di Venezia, presso la sede dell’Ente Nazionale per la Protezione e l’Assistenza dei Sordi di Mestre, ha realizzato un incontro pomeridiano rivolto alle persone non udenti, durante il quale il personale addetto all’Educazione Stradale si è confrontato con una platea particolarmente attenta e curiosa, desiderosa di avere risposte alle numerose domande sulla Sicurezza Stradale, avendo a disposizione relatori esperti e preparati, coadiuvati da un interprete di L.I.S. (Lingua Italiana dei Segni).

Redazione

[11/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here