Pokemon Go in Quirinale? Salvini: deve essere il caldo

ultimo aggiornamento: 28/07/2016 ore 10:26

1132

Pokemon Go in Quirinale? Salvini: deve essere il caldo

Pokemon Go in Quirinale? Ebbene sì: Quirinale, referendum, Pokemon Go. Tre elementi a dir poco lontani ma che ora hanno trovato nel discorso del presidente Sergio Mattarella per la Cerimonia del Ventaglio un inaspettato terreno comune.

In merito al referendum “in queste settimane mi è parso di assistere a discussioni un po’ surreali, quasi sulla scia della caccia ai Pokemon”, ha detto il Capo dello Stato prendendo, in senso negativo, proprio l’esempio della nuova mania dell’estate.

“Mattarella parla di Pokemon..sarà il caldo?”, ha twittato sarcastico Matteo Salvini. Ma il Capo dello Stato non è il primo a citarli. Prima era stato Beppe Grillo, in un articolo a sua firma su Il Fatto Quotidiano, a nominarli: società e media pensano a “criticare la mania di cercare Pokemon” invece di occuparsi dei problemi reali era il ‘j’accuse’ del leader del M5S.

E anche il premier Matteo Renzi, nel corso dell’assemblea Pd, aveva citato indirettamente il gioco, affermando che, da padre “gli si stringe il cuore” nel vedere i bimbi siriani che usano i Pokemon per richiamare la comunità internazionali a salvarli.

Pokemon Go, in ogni caso, è un’app che sta ormai ‘facendo impazzire’ il mondo. Il gioco sovrappone realtà virtuale a quella che concretamente ci circonda e consiste nel catturare i Pokemon (i famosi ‘mostri tascabili’, come Pikachù) che si nascondono attorno al giocatore, localizzato attraverso il Gps.

Sul display il giocatore vede – e cattura – Pokemon nascondersi in ogni dove: strade, fiumi, interni di celebri monumenti. E, se non si vuole stare con il cellulare sempre in mano (causando magari un incidente) c’è una vibrazione ad hoc che avverte il giocatore se c’è un Pokemon nelle vicinanze.

Pokemon Go (proibito per sicurezza in alcuni luoghi pubblici come la metro di New York) e i suoi mille risvolti è ormai costantemente sui media. E ora ha fatto ingresso ufficialmente al Quirinale. Ma solo metaforicamente: alcuni giornalisti che hanno attivato l’app, infatti, non hanno trovato nessun animaletto dentro il palazzo.

Mario Nascimbeni | 28/07/2016 | (Photo d’archive) | [cod pokego]

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here