Scassano auto parcheggiate, per rubare chiavi di casa. Arrestato 18enne

ultimo aggiornamento: 16/02/2015 ore 18:59

239

Hudorovich 18enne chirignago LARGE

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno proceduto all’arresto di B.A. Hudorovich (foto), diciottenne di Chirignago, colto in via Parco Ferroviario con un televisore 42 pollici appena trafugato da una vicina abitazione, mettendo così a segno un altro importante risultato nella continua lotta contro i reati predatori.

E’ cominciato tutto con una telefonata al 112 in cui si richiedeva l’intervento di una pattuglia al parcheggio del noto locale di Maerne di Martelago “Il Mattone” per una serie di danneggiamenti a diverse autovetture parcheggiate, ad alcune delle quali erano anche stati tagliati gli pneumatici.
Dalle vetture, inoltre, erano stati asportati valori e in particolare i vandali avevano approfittato per rubare chiavi di casa, interi mazzi lasciati incustoditi all’interno delle auto. Venivano anche trovate, fuori dall’abituale cassettino porta documenti, le carte di circolazione.


Tutto ciò faceva supporre agli operatori che i vandali fossero in realtà anche dei “topi d’appartamento” che si erano appena aperti la strada a una serie di facili furti in abitazione, per i quali non sarebbe occorsa neppure la fatica di forzare alcuna serratura. La pronta segnalazione dei militari all’operatore della Centrale, sulla scorta delle carte di circolazione “consultate” dell’elenco di abitazioni potenzialmente in pericolo, consentiva allo stesso di coordinare le autovetture dispiegate in quel momento sul territorio in direzione dei vari indirizzi a rischio.

La pattuglia Radiomobile, partita subito e giunta in breve in via Parco Ferroviario in Marghera, notava un individuo aggirarsi in maniera furtiva e sospetta con un televisore.

Alla vista della vettura il ragazzo cercava subito di nascondersi dietro ad un cassonetto abbandonando la tv, ma prima che riuscisse a fuggire i militari prontamente lo bloccavano.


Il proprietario dell’abitazione a rischio, giunto sul posto, confermava di essere il proprietario del televisore che gli veniva subito restituito. Effettivamente la sua abitazione era stata appena “visitata” e messa a soqquadro, e purtroppo il televisore non era stato il solo bene asportato.

Il giovane veniva quindi tratto in arresto e posto ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo continuando contemporaneamente ad indagare per scopriore gli altri complici.

Redazione

[16/02/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here