Padre fa nascere sua figlia da solo al telefono col 118

ultimo aggiornamento: 19/04/2015 ore 11:32

86

neonati nascite parti VTVE

La piccola non aveva più voglia ne’ tempo per aspettare, così ha deciso di uscire: meno di 10 minuti e tutto era completato. Troppo poco per arrivare all’ospedale, così il papà ha fatto da solo, rimanendo al telefono con il personale del 118.
Così è arrivato il fiocco rosa in via Roma, a Mestre, nella casa di Sabeur Hammadi, 25 anni di origini tunisine e Consuelo Semenzato, 30, al suo secondo parto.

La chiamata al 118 alle 9.42 di ieri mattina, il Suem fa partire un equipaggio da Mirano e nel frattempo dà le istruzioni al padre su cosa fare.
Tutto fila liscio e in pochi attimi Jalila scivola nelle braccia del padre, bravo a rimanere lucido e concentrato. All’arrivo del personale sanitario restava solo da fare il clamp del cordone ombelicale e contrallare i parametri vitali di mamma e neonata, che pesa 2 chili e 925 grammi e sta benissimo.


Laura Beggiora

19/04/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here