Padova, donna nigeriana positiva ricoverata in fuga dall’ospedale

ultimo aggiornamento: 18/08/2020 ore 15:55

1100

Polfer Venezia: "angeli" delle stazioni. Presenza invisibile ma fondamentale

Padova: una donna nigeriana positiva, già ricoverata, se ne va dall’ospedale come se niente fosse. Anche questa attività è toccata in capo agli agenti della Polfer durante il fine settimana di Ferragosto.

La donna è stata individuata nello scalo patavino grazie alla segnalazione emessa dalle forze dell’ordine. La 25enne nigeriana, già risultata positiva al coronavirus, fuggita dal locale ospedale, è stata fermata da una pattuglia della Polizia Ferroviaria di Padova.
Si di lei ora grava una denuncia per il reato di epidemia colposa.


A Padova, tra gli altri numerosi interventi, gli agenti hanno bloccato anche un 31enne libico, privo di documenti e di permesso di soggiorno, indagato per inosservanza della normativa sull’immigrazione, assieme ad un suo connazionale, e per atti osceni nei confronti di un minore.

Tra gli altri, ancora, un altro straniero è stato indagato per rapina, ed inoltre sono state emesse due denunce per violazione del divieto di ritorno a Padova, una per rifiuto di fornire le generalità e una per violazione del DASPO urbano.

Il faticoso weekend di Ferragosto della Polfer, alla fine, ha contato 2.349 identificati grazie agli aumentati servizi di controllo, attuati da personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto per la repressione dei reati in ambito ferroviario, in particolare negli scali di Padova, Venezia-Mestre e Venezia S. Lucia, dove gli operatori Polfer si sono adoperati anche per far rispettare le norme anti Covid.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here