5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
10.9 C
Venezia
giovedì 22 Aprile 2021
HomeSanità"Ospedale Civile chiude, diventerà albergo". Lo scherzo di Venessia.com che potrebbe diventare realtà

“Ospedale Civile chiude, diventerà albergo”. Lo scherzo di Venessia.com che potrebbe diventare realtà

"Ospedale Civile chiude, diventerà albergo". Lo scherzo di Venessia.com che potrebbe diventare realtà
Avviso agli utenti: “Si informano gli utenti dell’Ulss 3 Serenissima che dal 1° maggio cesseranno i servizi forniti dall’Ospedale Civile di Venezia”.

I cartelli hanno cominciato ad apparire dopo l’assemblea popolare di domenica mattina contro l’ennesimo ridimensionamento del SS. Giovanni e Paolo e rappresentano chiaramente uno scherzo.

“Aprirà prossimamente il Grand Hotel Civil Venice con sconti riservati per la SPA per gli (ex) utenti dell’Ulss 3”.

La concomitanza con il 1° di aprile contribuisce a togliere serietà all’ipotesi ma, per quanto ironia e sarcasmo siano armi fortissime, neanche Venessia.com (autrice dello scherzo) può immaginare quanto potrebbe essersi avvicinata alla realtà.

L’Ospedale Civile di Venezia sta seguendo inesorabilmente la sua strada tendente al declino in un percorso che non nasce certo oggi, bensì alcuni anni fa.
Le “Schede Ospedaliere” sono il problema cogente, ma se qualcuno avesse ormai già allungato le mani su questo complesso avendo questa informazione con anni di anticipo?

Ricordiamo che in molti manifestavano perplessità quando, con il pretesto di “riorganizzazioni” e “accorpamenti per efficientamenti”, gli spazi dedicati e riservati ai servizi sanitari hanno cominciato a stringersi e a ritirarsi solo in determinate e circoscritte aree.

Risultato inevitabile è stato che interi reparti, padiglioni, edifici, sale, uffici, sono rimasti vuoti.
Che fine hanno fatto? Restaurati accuratamente, sono stati rimessi a nuovo con grande impegno di risorse e grande ricerca del “bello ed elegante”.
Ma le speranze di vedere quegli spazi ritornare a disposizione delle attività sanitarie sono state presto disilluse.

Quegli spazi oggi ospitano attività “private”, dove con questa accezione si vogliono qui intendere tutta una serie di funzioni che nulla hanno che vedere con le prestazioni sanitarie, o comunque estranee a qualsiasi attività sanitaria tipica che si dovrebbere svolgere (e fino a ieri si svolgeva) all’interno dell’Ospedale.

Se non si interverrà presto per invertire questa silente conversione di “destinazioni d’uso” degli spazi ospedalieri nei luoghi dove fino a ieri si svolgevano ricoveri e visite, il destino dell’Ospedale di Venezia pare segnato.

Questo processo – iniziato con il governo Zaia in Regione, è bene ricordarlo – deve assolutamente essere fermato. Altrimenti, in mano a “direttori asl-immobiliaristi”, l’esito può essere uno solo.

E’ per questo che nemmeno Venessia.com immagina quanto il suo scherzo di oggi possa essersi avvicinato ad una realtà futura forse non lontana.

fabio t.

[notizia pubblicata il 01/04/2019 h. 12.45; numero di archivio 72279-2; ultimo aggiornamento 01/04/2019 h. 12.45]

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor