Orrore a Venezia: detenuto stacca dito alla guardia con un morso e lo sputa per terra

ultimo aggiornamento: 30/07/2015 ore 07:27

104

orrore venezia santa maria maggiore detenuto stacca dito con morso

Episodio di violenza oggi alle carceri di Santa Maria Maggiore di Venezia.
Secondo quanto appreso, un italiano detenuto per vari reati, tra i quali quello di maltrattamenti in famiglia, ha aggredito improvvisamente un agente di polizia penitenziaria.
Il detenuto è riuscito a stringere il poliziotto arrivando a morderlo e il morso è stato così violento che gli ha staccato la falange del dito di una mano.

Una scena raccapricciante – ha dichiarato Donato Capece, segretario generale del Sappe – culminata con il detenuto che ha poi sputato sul pavimento la falange del dito strappata.
“Questo grave fatto deve fare riflettere – prosegue Capece – tanto più se si considera che il detenuto non è nuovo a episodi di intolleranza e violenza nei confronti degli agenti di polizia. Le istituzioni devono darsi da fare per fare in modo che si fermi la spirale di violenza contro i poliziotti penitenziari: dal 1 gennaio 2015 sono oltre 250 i poliziotti penitenziari aggrediti e feriti nelle carceri del Paese”.


Redazione

29/07/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here