Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
10.1C
Venezia
domenica 07 Marzo 2021
HomeCittà Metropolitana di VeneziaOperazione anti stupefacenti a Musile di Piave, tunisino ingoia la droga

Operazione anti stupefacenti a Musile di Piave, tunisino ingoia la droga

Operazione anti stupefacenti a Musile di Piave, tunisino ingoia la droga

Operazione congiunta nel corso della serata di ieri tra i carabinieri della Compagnia di San Dona’ di Piave e quelli della Compagnia di Mestre, che al termine di un mirato servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, hanno arrestato, per il reato di “detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente” (art.73 dpr 309/1990), 3 pregiudicati, tutti domiciliati a Musile di Piave, tra di essi una donna di origini italiane M.T. classe 79, e due tunisini B.S. e B.I. rispettivamente di anni 31 e 20.

I tre già da un po’ di tempo erano sotto l’occhio attento degli investigatori dell’Arma tramite attività di osservazione e pedinamento perché ritenuti responsabili di una ingente attività di spaccio di sostanze stupefacenti di vario tipo ai giovani del luogo, stupefacenti di cui andavano a rifornirsi nel territorio Mestrino.

L’operazione ha permesso di coglierli in flagranza di reato, essendo stati bloccati in auto, all’uscita della propria abitazione e trovati in possesso di un grosso quantitativo di sostanze stupefacenti: alcune dosi di Eroina e Marijuana pronte per essere immesse sul mercato più la somma contante di euro 1500 ritenuta provento dell’attività delittuosa insieme a vari telefoni cellulari e tablet utilizzati per la loro rete di contatti.

La perquisizione estesa al domicilio comune degli arrestati, in zona Millepertiche, permetteva inoltre di rinvenire circa 150 gr di Eroina, una busta contenente circa 300 gr di Marijuana ed alcune dosi di Hashish.

Nel corso dell’operazione che portava all’arresto dei tre, uno dei malviventi, cercava di darsi alla fuga venendo prontamente bloccato dai militari, di cui uno, coinvolto nella colluttazione che ne seguiva, riportava lievi ferite guaribili in 7 giorni di prognosi.

Due degli arrestati successivamente sono stati condotti presso le camere di sicurezza della caserma di Via Carbonera per gli accertamenti di rito, mentre il terzo, il ventenne tunisino, sospettato di aver ingerito della sostanza stupefacente e avendo tentato di sottrarsi all’arresto, è stato dapprima condotto presso il locale ospedale e successivamente, valutate le sue condizioni che non destavano preoccupazione, seppur risultato positivo ai test antidroga, veniva tradotto presso il carcere lagunare anche con l’accusa di resistenza a Pubblico Ufficiale, così come disposto dal Pubblico Ministero di turno che ne disponeva per tutti la custodia in carcere, dove attualmente si trovano, in attesa di processo.

28/04/2016

(Photo d’archive)

(cod musile)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito...

Jesolo, fotografo della discoteca nei guai: ragazze finivano escort

Jesolo, un fotografo 64enne, è finito nei guai per un'indagine sulla prostituzione. Secondo le accuse sarebbe un caso di adescamento al fine di reclutare...

C’è secca, dall’Adige spunta un’automobile con dentro un cadavere

C'era un cadavere all'interno della carcassa di un'automobile riemersa venerdì pomeriggio dal fiume Adige, parzialmente in secca, a Boara Polesine, nel rodigino. La vettura...
spot

Dimagrire con il bisturi a Mestre si può, all' Ospedale dell' Angelo

Si chiama chirurgia bariatrica (dal greco: peso, grasso) ed è una specialità recente, che ha avuto un rapido sviluppo negli ultimi...

Venezia, lite furibonda tra fidanzati in hotel di notte: polizia e malori

Venezia, la pace notturna delle notti in laguna è stata sconvolta qualche giorno fa. In un noto hotel di San Marco è scoppiata una lite...

Portabagagli abusivi di Piazzale Roma identificati ma irrintracciabili

Ponte di Calatrava, turisti con le valigie in mano, ed ecco a disposizione un gruppo assiduo di persone, che si offrono di portare i...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Coronarivus, due ricoverati all’ospedale di Venezia

Coronarivus, la situazione per bocca del governatore del Veneto, Luca Zaia, alle ore 11.20 di questa mattina, domenica 23 febbraio: "La cattiva notizia è...

La crisi dell’economia con gli occhi di Platone. Di Apostolos Apostolou

La filosofia della scienza economica è disciplina quasi giovane, ma di crescente successo. Molti capitoli fondamentali della filosofia della scienza economica sono la trattazione...

Nebbia a Venezia, in laguna salvati passeggeri di 2 barche

Nebbia e foschia hanno causato disagi la scorsa notte nella laguna veneziana. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire per salvare gli occupanti di...
spot

Chiesti 11 anni per le tre maestre accusate di violenze ai bambini

Il pm di Palermo Ilaria De Somma ha chiesto la condanna a tre anni e otto mesi per Vita Fuoco, a tre anni e...

Eventi all’Arsenale di Venezia, Vela Spa premiata

L’Arsenale di Venezia premiato. Il sito, recentemente restituito alla città, è stato giudicato la migliore location per eventi 2014 e per questo ha vinto...

Nuovo stadio di Tessera, Korablin acquista i terreni

Apposta la firma da parte di Korablin per l'acquisto dei terreni dove costruire il nuovo stadio a Tessera per il Venezia. Il 16 marzo, dunque,...