COMMENTA QUESTO FATTO
 

nuovo allenatore milan samp empoli fiorentina

A pochi giorni dalla fine del campionato, si inizia a parlare dei possibili cambi o conferme dei possibili nuovi allenatori. In particolare, gli occhi sono puntati su Carlo Ancelotti, che presosi un anno sabbatico dal Real Madrid, potrebbe ritornare sulla panchina del Milan: mercoledì darà la sua risposta.
«Siamo d’accordo su tutto, deve solo dire sì o no», ha fatto sapere Silvio Berlusconi, al termine di un colloquio durato due ore per discutere di ingaggio (3,5 milioni di euro più bonus), durata del contratto (a scelta di Ancelotti per un massimo di tre anni), investimenti che verranno messi a disposizione da Silvio Berlusconi per rinforzare la squadra (120 milioni).
Ancelotti intanto, lunedì dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico alla cervicale a Vancouver, poi deciderà il da farsi. Galliani però non molla e gli ha assicurato che metterà a sua disposizione, in caso di recupero fisico tardivo, tutti gli assistenti necessari.
L’ex tecnico del Real Madrid non è però il solo ad abbandonare la squadra, anche Rafa Benitez lascerà il Napoli e andrà a sostituire proprio in panchina, Ancelotti. Il presidente De Laurentis non ha ancora deciso chi lo sostituirà, anche se trapela il nome di Mihajlovic, Spalletti, Montella, Emery, Di Matteo e Prandelli.
Mentre i liguri oggi sceglieranno l’erede alla panchina fra Paulo Sousa, Zenga e Sarri con cui Ferrero ha bevuto un caffè nei giorni scorsi a Firenze. L’allenatore dell’Empoli a sua volta ha ricevuto dal presidente Corsi l’ultimatum (entro il 3 giugno) e la Fiorentina spera di superare le incomprensioni createsi nell’ultimo periodo con Montella.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here