Nuovi orari Actv entrati in vigore in via sperimentale, si cambia (qualcosa)

ultimo aggiornamento: 11/04/2014 ore 20:03

106

motoscafo attracca pontile actv

Nuovi orari Actv entrati in vigore in via sperimentale, si cambia (qualcosa). Oggi l’assessore Bergamo ha provato ad accogliere le istanze degli utenti Actv concretizzando un programma di miglioramento alla sperimentazione in corso.

Le novità sono state presentate questa mattina, a Palazzo Cavalli, sede dell’Assessorato alla Mobilità, con una conferenza stampa a cui hanno preso parte, tra gli altri, l’assessore comunale alla Mobilità, il presidente della quarta Commissione consiliare, il presidente e il direttore generale di Actv, Giovanni Seno e Nicola Cattozzo.

«Ho sempre sostenuto che la riorganizzazione dei servizi di Giracittà è assolutamente sperimentale, non è dettata da esigenze di contenimento dei costi, ma che a costi invariati cerca di ottimizzare il servizio. Se riscontriamo un miglioramento continuiamo – ha spiegato l’assessore alla Mobilità – se invece dovesse emergere un peggioramento, ritorneremo senza nessuna esitazione alla situazione precedente. Questa valutazione generale sarà fatta al termine della sperimentazione, della durata di quattro mesi, ma anche prima, nel caso in cui affiorino delle criticità talmente elevate da richiedere di abbandonare il progetto. Abbiamo già riscontrato la necessità di alcune modifiche, frutto delle esperienze dei primi giorni del nuovo servizio, che non mettono però in discussione la filosofia complessiva della riorganizzazione».

«In previsione della riunione della quarta Commissione consiliare di lunedì prossimo – ha aggiunto l’assessore – oggi si è tenuto un incontro a cui ho partecipato con i tecnici dell’Assessorato alla Mobilità, con il presidente, il vicepresidente della stessa Commissione, assieme ad Actv, dove sono state esaminate le segnalazioni di criticità giunte dai cittadini, dalle associazioni e dai lavoratori e dal quale sono scaturite le modifiche urgenti da introdurre. Si tratta sostanzialmente di sei variazioni (con ulteriore possibilità di cambiamento) che saranno formalizzate nella Commissione di lunedì».

Questo il dettaglio delle variazioni proposte:
Linea 3: inserimento di una corsa per le esigenze emerse dagli studenti che garantirà l’arrivo a Piazzale Roma alle 7.40, dal 5 maggio; Revisione dell’orario di linea 5.1/5.2 e linea 6 dopo le 20, al fine di eliminare il buco tra le corse di linea 5.1, ai minuti 7 e 37, con l’inserimento di una corsa di linea 6, e lo spostamento dell’orario fino a mezzanotte e venti; Mantenimento delle fermate di Bacini e Celestia in linea 5.1/5.2 sempre anche dopo le ore 20.30 e Certosa a richiesta dopo le 21, dal 14 aprile; Garantite le coincidenze tra le linee Giracittà e le linee 2 alla fermata Zattere, dal 1 giugno; e le coincidenze tra le corse di linea 4.2 e 4.1 alle Fondamente Nove; Depotenziata la linea 5.x nelle fasce orarie di pranzo e pomeriggio tra Fondamente Nove e Lido e viceversa, contemporaneo depotenziamento delle linee 4.x e 2 nel tratto San Zaccaria-Giudecca-Piazzale Roma nelle fasce orarie di pranzo e pomeriggio (compreso il traghetto Palanca-Zattere tre le 20.30 e le 23.30), e riduzione delle corse di linea 7 ritornando ad una frequenza di 20 minuti; il tutto per consentire l’intensificazione delle linea 5.x nella tratta Piazzale Roma-San Zaccaria-Lido e l’aumento delle corse di linea 4.x lungo tutto il percorso riportando la frequenza a 20 minuti, tutto il giorno oppure per fasce orarie a seconda della disponibilità di risorse, dal 1 giugno; accolte le richieste dei lavoratori dell’Arsenale con l’inserimento di due corse Bacini-Ferrovia-Piazzale Roma tra le ore 17. e le ore 18, dal 5 maggio.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here