24.5 C
Venice
sabato 20 luglio 2019

blocco banner pubblicitario 300250 La Voce di Venezia

Moviegoer, appunti di uno spettatore cinematografico. Di Giovanni Natoli

Silence, le mille ambiguità del silenzio di Dio

Silence, le mille ambiguità del silenzio di Dio

Probabile che molti spettatori siano rimasti interdetti di fronte alla visione di questo ultimo Scorsese. E non tanto perché non ci troviamo davanti a...
Borg Mc Enroe, il grande duello sotto il segno di Ron Howard

Borg Mc Enroe, il grande duello sotto il segno di Ron Howard

Una delle cose che più amo fare quando viaggio è andare in un cinema della città dove risiedo; è così che battezzo i luoghi...
giovanni natoli columnist circle

Truth, il prezzo della verità. Tutti gli uomini di (un altro) presidente

Da sempre Redford è uno dei volti liberal della ormai storicizzata “New Hollywood” degli anni 70. La sua prestanza fisica non gli ha...
Il film d’apertura della Mostra di Venezia 2016, La La Land, vince 7 Golden Globes

La La Land, mancanza di eccesso di massimalismi

Questa volta mi permetto di aprire la mia recensione con una citazione di un altro critico, ben più autorevole di me, relativa a un...

‘Interstellar’, rappresentazione della condizione umana negativa. Di Giovanni Natoli

Stanley Kubrick e Andreji Tarkovski possono ancora dormire sonni tranquilli; i loro classici fantascientifici restano a tutt’oggi insuperati saggi sul linguaggio del genere...

Latin Lover, riflessione di Cristina Comencini sul nostro grande cinema

Latin Lover, un’espressione proverbiale, costruita sul modello maschile italiano il quale, nel corso degli anni 50/60 venne visto come maschio di riferimento, in possesso...
giovanni natoli columnist la voce di venezia

Torneranno i Prati, la rilettura antimilitarista di Olmi. Di Giovanni Natoli

Agosto di quest'anno è stato il centenario della Prima Guerra Mondiale; un conflitto ipocritamente sacralizzato da noi italiani, la cui conta però parte dal...
sulla mia pelle film venezia 2018 su stefano cucchi up 520380

‘Sulla mia Pelle’, film che tiene incollati sulla poltrona a condividere un calvario

Presentato fuori concorso alla 75ma Mostra del Cinema di Venezia, suscitando prevedibili clamori e contrasti, “Sulla mia pelle”, racconto degli ultimi sette giorni di...
giovanni natoli columnist circle

La Ruota delle Meraviglie, Allen con un chiaro segno di matrice Tennessee Williams

Appena uscito dal cinema, immediatamente dopo la visione de “La ruota delle meraviglie”, il primo pensiero che ho avuto relativamente al film è stato:...
giovanni natoli columnist circle

Tre manifesti a Ebbing, Missouri, film che va visto dall’imprevedibilità ben strutturata

A Ebbing, cittadina del Missouri, Mildred (F. Mc Dormand), una donna indurita e rude, affitta tre spazi pubblicitari in una strada statale in direzione...
giovanni natoli columnist la voce di venezia

American Sniper, la fine delle complessità. Di Giovanni Natoli

I biopic impazzano al cinema; vien voglia di capire perché nel terzo millennio sia tornato così in auge un genere che ha sempre percorso...
the imitation game film LARGE

The Imitation Game e il cianuro di Turing

Turing sta pulendo dal tappeto è quello che, probabilmente, aveva inserito nella mela avvelenata per provocarsi la morte. Nel film ciò non si racconta;...
Animali Notturni, film con momenti indiscutibilmente fortissimi

Animali Notturni, film con momenti indiscutibilmente fortissimi

  Ho molto rispetto per Tom Ford, una personalità ricca e intelligente, vincente in molti e differenti campi ma senza causare invidie. Non passa indifferente...
giovanni natoli columnist circle

Ave, Cesare! dei fratelli Coen, Clooney quando lavora per i Coen dà sempre il...

Eddie Mannix è un brav'uomo, con un pessimo rapporto col fumo. Supera il crocefisso avvolto nella penombra della chiesa, un Cristo sofferente e...
Cafe Society, la 'piccola' giostra umana secondo un maestro

Cafe Society, la ‘piccola’ giostra umana secondo un maestro

Ok, abbiamo rivisto un ennesimo Allen, un po' più in forma di certe ultime prove e un po' meno di altre. Torna l'ebraismo come ossessione, velato da un sentore di morte presente più del solito
giovanni natoli columnist circle

Love & Mercy, le due vite di un genio del pop

Il biopic è un'ossessione del cinema. Il potere di cui crede di essere investito (l'immagine in movimento di esseri umani) lo illude di poter...
Spectre, il film di 007 dove Craig impersona la psicologia di Bond

Spectre, il film di 007 dove Craig impersona la psicologia di Bond

Il ventiquattresimo episodio della saga più longeva della storia del cinema si propone come un appuntamento da non perdere. “S.P.E.C.T.R.E.” ( Special Executive for Counter-intelligence,...
jackie film recensione giovanni natoli

Jackie, film decisamente riuscito con qualche leggerissimo tocco agiografico

In primis: “Jackie” ci permette di dare l'addio al grandissimo attore John Hurt. Protagonista “senza volto” di “Elephant man”, un capolavoro di David Lynch del...
giovanni natoli columnist la voce di venezia

Amore bugiardo – Gone girl va visto e apprezzato con un po’ di sacrificio....

Carissimi lettori de “La voce di Venezia”, questa è la mia prima recensione per il 2015, anche se ho visto questo film l’anno scorso. Esattamente...
mia madre nanni moretti VTCOL

Mia Madre di Nanni Moretti, la perfezione di Margherita Buy in quel personaggio

Una volta ho incontrato Margherita Buy; era il settembre del 1993, mostra del cinema di Venezia. A dispetto dell’immagine di sempiterna ragazza insicura, dagli...
giovanni natoli columnist la voce di venezia

Hungry Hearts, il bambino indaco che sconvolge le vite. Di giovanni Natoli

Lo confesso: all’inizio mi stavo dirigendo a vedere “The imitation game”. Un po’ malvolentieri (per come possa io andare malvolentieri al cinema). Non avevo...
Frantz, storia di un'emancipazione femminile, Leone d'Oro alla Mostra del Cinema mancato

Frantz, storia di un’emancipazione femminile, Leone d’Oro alla Mostra del Cinema mancato

“Frantz” é soprattutto la storia di Anna. Una storia di percorsi in avanti e a ritroso, vicende speculari e purgatoriali il cui trait d'union...
giovanni natoli columnist circle

L’ultima parola, film partecipato ma senza particolari guizzi (senza nemmeno cadute però)

Nonostante la mia ritrosia per i biopic non potevo esimermi dal vedere “L'ultima parola”; storia dello sceneggiatore cinematografico Dalton Trumbo, uno dei sommi nomi...
babadook film XCOL

Babadook di Jennifer Kent, l’uomo nero con molto Polanski

C’è almeno un’occasione in cui l’estate delle programmazioni cinematografiche propone una piccola grande chicca. Uno di quei film che magari vai a vedere più...
ant man

Ant Man, le dimensioni contano…se piccole

“Piccolo è bello”; a questa legge sembra adeguarsi il nuovissimo “prodotto” Marvel dedicato al “super”eroe Ant Man. Benché nato nel 1962 il fumetto è...

Boyhood, il tempo della vita reale in pellicola e poco più. Di Giovanni Natoli

La prima impressione che mi è sorta mentre vedevo "Boyhood" e' questa: gli attori venivano USATI. Gli attori sono sempre usati ma mai come...
Heart of the sea, nel Moby Dick la schiettezza e la fiducia di Ron Howard

Heart of the sea, nel Moby Dick la schiettezza e la fiducia di Ron...

“Moby Dick” di Melville ci trascina dentro il mistero di Achab e la sua sete di vendetta, una vendetta sacrilega, il peccato irredimibile, vista...
la famiglia belier VTCOL

La Famiglia Belier, le sfide di una cenerentola normanna nel paese dei sordi

Abbiamo due Cenerentole in sala a fine marzo; una è quella “ufficiale, marchio Disney, diretta da Kenneth Branagh e l’altra è Paula (Louane Emera),...

Star Wars, Il Risveglio della Forza. Le mie impressioni da ‘Moviegoer’

E' davvero difficile cominciare a scrivere queste due, tre riflessioni di modesto “moviegoer” quando si parla del film evento del 2015. Forse un ricordo...
giovanni natoli columnist circle

Tutti vogliono qualcosa: di cosa stiamo parlando mentre parliamo?

Non c'è niente che sia così assetato di vita come la vita stessa. In qualunque contesto, in tutti gli eventuali rimandi, persino nelle azioni...
film vizio di forma COLUMNIST

Vizio di Forma, fallimento nemmeno onorevole per Paul Thomas Anderson

Introdotto da locandine il cui look può far pensare al film d’esordio del regista, “Boogie Nights”, con accattivante grafica neon e il corpo snello...

Song to Song, occhio di pesce in perenne stato di ubriachezza

“Terrence Malick, tutto qui?” Raccolgo le mie conclusioni dopo la visione di “Song to Song”. E penso: ”Ma allora tutti quei primi lavori magistrali incubavano...

Revenant, Inarritu tende solo a fare il “grande cinema”

Esisteva già una messinscena cinematografica delle disgrazie di Hugh Glass, raccontate in “Revenant”. Nel 1971 esce sugli schermi “Uomo bianco va' col tuo Dio”...