22.3 C
Venice
domenica 25 Agosto 2019

blocco banner pubblicitario 300250 La Voce di Venezia

Home Diritto Del Lavoro. A Cura dell' Avv. Gianluca Teat

Diritto Del Lavoro. A Cura dell' Avv. Gianluca Teat

Licenziamenti: oltre il mito dell'art. 18. La reintegra non è unico rimedio per licenziamento illegittimo
In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la prova per testimoni. I testi, ovviamente, devono riferire...
colloquio di lavoro dialogo parla LARGE
Si sentono sempre più spesso storie di lavoratori che non ricevono più lo stipendio a causa della «crisi». Un tempo il problema aveva un impatto limitato in quanto tali ipotesi erano piuttosto eccezionali. Oggi questa questione coinvolge un numero crescente di piccole e medie imprese. Una aspetto va fin...
Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L'impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità
La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità Tale argomento riveste una notevole importanza anche alla luce del fatto che oggi, a causa della scarsità di lavoro dignitosamente retribuito e della crescente forza contrattuale del fronte...
avv gianluca teat staff
Molti lettori avranno sentire dire che il dipendente che assiste un familiare disabile non può essere trasferito senza il proprio consenso. Entro quali limiti tale affermazione è vera? Cosa si deve fare in casi simili?
Allontanamento temporaneo dal posto di lavoro e abbandono dello stesso. Differenze e problematiche
In questi tempi di crisi economica (più correttamente inizio di un nuovo tipo di economia), di degrado etico, di salari tenuti a livelli di mera sussistenza, di stress continuo al fine di simulare modelli di «efficiency» anglosassoni ma reinterpretati con spirito «latino», un numero crescente di lavoratori sogna, con...
Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013
Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013
avv gianluca teat staff
In questo articolo verranno evidenziate alcune problematiche di fondamentale importanza relative ai rapporti tra trasferimento e licenziamento. Iniziamo con l'analisi di un caso pratico. Tizio, dipendente di una nota banca italiana, viene trasferito da una piccola città del Nord Italia fino a Roma. La sua vita di relazione ne risentirà,...
Registrare di nascosto le conversazioni con il datore di lavoro o con i colleghi può giustificare il licenziamento
Oggi, grazie alle nuove tecnologie, un numero crescente di persone registra abitualmente le conversazioni di ogni giorno. Un tempo i vecchi microfoni, le microcassette e la tecnologia piú antiquata spesso non garantivano un audio di buona qualità, specialmente quando il registratore doveva rimanere nascosto tra gli indumenti o in...
500 euro, le banconote spariranno definitivamente dal 2018
In questo articolo esploreremo tale tematica che è attualmente di grande interesse. Infatti, esiste in Italia e in tutti i paesi avanzati un crescente numero di persone e di famiglie che non è in grado di far fronte all'indebitamento. In questo contesto i pignoramenti degli stipendi sono all'ordine del...
Banche, Codacons: da politica teatrino ignobile a danno dei risparmiatori traditi
Nel settore della ristorazione e del commercio al dettaglio esiste un rischio abbastanza elevato che i dipendenti sottraggano incassi aziendali. Molte imprese investono ingenti risorse in termini di controlli interni e investigatori privati esterni al fine di contrastare questo fenomeno. Il lavoratore può essere licenziato in questi casi? Sicuramente sì. Siamo...
avv gianluca teat staff
Negli ultimi anni la Suprema Corte di Cassazione ha ritenuto che varie condotte del datore di lavoro integrino il reato di estorsione di cui all'art. 629 del Codice Penale in danno dei propri dipendenti. Tale orientamento interpretativo, sovente criticato da parte di vari quotidiani e riviste «sul libro paga»...
avv gianluca teat staff
Il lavoratore non può trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con il proprio datore di lavoro, né divulgare notizie attinenti all'organizzazione aziendale e ai metodi di produzione dell'impresa o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio (art. 2105 Codice Civile). Cosa accade dunque...
gianluca teat avv VTWIDGET
Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore. Non mancano testi così in rete. Questo scritto...
Mobbing sul lavoro, i sette parametri per individuarlo. Cosa fare
il Decreto Legislativo n. 23/2015 ha introdotto un nuovo regime dei licenziamenti per coloro che sono stati assunti dopo il 7 marzo 2015. Sono ridotti i casi di reintegrazione nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo (cosiddetta tutela reale) estendendo le ipotesi di tutela meramente indennitaria (cosiddetta tutela obbligatoria).
avv gianluca teat staff
La prescrizione dei crediti di lavoro rappresenta una tematica di centrale importanza e un istituto giuridico caratterizzato da una certa complessità teorica.
Storia di Luciano, padre separato che non può comprare l'albero a suo figlio
L’art. 6 del Decreto Legislativo 4 marzo 2015, n. 23 (emanato in attuazione della Legge Delega 10 dicembre 2014, n. 183 -Jobs Act-) ha introdotto l’istituto dell’offerta conciliativa al fine di evitare il giudizio nei casi dei licenziamenti rientranti nella sua sfera di applicazione. Si tratta di un istituto...
Licenziamento in caso di contratto a termine: rimedi e tutele
Licenziamento in caso di contratto a termine: nell'attuale mercato del lavoro caratterizzato da crescente flessibilità si assiste a un largo uso (ed abuso) dei contratti a termine. In questo articolo verrà analizzata la disciplina del licenziamento in caso di contratto a termine.
colloquio di lavoro dialogo parla LARGE
In questo articolo verrà fornita una breve panoramica sulle principali questioni giuridiche relative al contratto di lavoro a termine. Cos'è il contratto di lavoro a termine? E' il contratto di lavoro che prevede un termine finale ovverosia una durata prestabilita. Quali sono le norme centrali di riferimento? Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n....
Salute: a Nordest poca prevenzione e ancora tanto Dott Google
Visita Fiscale: il medico Inps viene a casa per la visita di controllo e la sua valutazione non corrisponde a quella del proprio medico. Cosa fare?
Risoluzione consensuale del rapporto di lavoro e indennità mensile di disoccupazione NASpI: attenzione ai possibili errori!
Appare opportuno chiarire una tematica di grande interesse generale che riguarda quei dipendenti e quei datori di lavoro interessati ad addivenire a una risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. Infatti, molti lavoratori danno per scontato che, dopo la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, avranno diritto alla indennità mensile...
gianluca teat avv VTWIDGET
E’ opportuno analizzare brevemente la complessa materia delle rinunce e delle transazioni nella delicata materia del diritto del lavoro. Iniziamo con delle definizioni chiare e semplici. Cos’è una rinuncia (o rinunzia nel lessico barocco «da Gattopardo» ancora usato dai giuristi)? La rinuncia è l’atto unilaterale con cui un soggetto dismette volontariamente...
Esclusione e licenziamento del socio-lavoratore di cooperativa. Cosa significa esattamente impugnare la delibera di esclusione del socio dalla cooperativa? Cosa significa impugnare il licenziamento? Questo e altro da sapere alla luce degli orientamenti giurisprudenziali degli ultimi anni. In data 22 marzo 2016 è stato da me pubblicato un articolo in...
gianluca teat avv VTWIDGET
Forse molti non sono a conoscenza del fatto che esistono alcuni parametri ampiamente utilizzati dalla giurisprudenza per accertare l’esistenza del mobbing. Tali criteri sono basati in buona misura sugli studi dello psicologo Harald Ege il cui contributo all’individuazione dei confini concettuali di tale delicata materia è stato fondamentale. I parametri...
Licenziamento 10 anni fa, oggi e tra 10 anni. Ecco come sono cambiate le tutele di una categoria a rischio: i lavoratori di mezza età
Il presente articolo trae spunto da un caso reale e serve a evidenziare come è cambiato il regime dei licenziamenti negli ultimi anni. Il punto di partenza è un esempio astratto nel quale comunque potranno identificarsi centinaia di migliaia di lavoratori. Tizio, quarantacinquenne, padre di famiglia, lavora da dieci anni...
Lavoro domestico. Obbligo di comunicazione, voucher, lavoro nero
Si sente spesso parlare di colf, di badanti, e, più in generale, di lavoratori che assistono anziani e persone non autosufficienti. Questa settimana esploreremo brevemente il mondo del lavoro domestico, soffermandoci sugli aspetti che attirano maggiormente l’attenzione dei lettori. Prima di tutto occorre comprendere cosa sia il lavoro domestico e...
gianluca teat avv VTWIDGET
Con la recentissima Ordinanza 19 maggio 2016 n. 246, il TAR Lombardia, Sezione Terza, ha assunto una decisione destinata a far riflettere sulla delicata tematica relativa all’utilizzo di Facebook da parte dei dipendenti. Il caso: un agente di polizia penitenziaria è stato sospeso con decreto dal Capo del Dipartimento...
avv gianluca teat staff
Nel precedente articolo abbiamo analizzato i termini di prescrizione dei diritti derivanti da un contratto di lavoro. Vediamo ora da quando decorre tale termine prescrizionale. In parole elementari: il mio datore di lavoro mi deve ancora 3.500 Euro -due mensilità di retribuzione-. Da quando inizia a decorrere la prescrizione? Da...
Visitare siti pornografici con i computer aziendali può costituire giusta causa di licenziamento
Dipendenti che navigano su siti pornografici durante l’orario di lavoro. Palpeggiamenti e attenzioni indesiderate da parte del datore di lavoro. L’arcana e incontenibile pulsione libidica di freudiana memoria ormai penetra sempre più prepotentemente all’interno del mondo del lavoro, generando situazioni grottesche e surreali che ottengono ampia visibilità sulla stampa. La...
gianluca teat avv VTWIDGET
Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà, dietro questi termini si celano mondi giuridici complessi,...
Dimissioni, motivi, giusta causa e NASPI (Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego). Cosa c’è da sapere.
Le dimissioni del lavoratore sono l’atto con cui quest’ultimo recede unilateralmente dal contratto di lavoro. Se il licenziamento del dipendente da parte del datore è rigidamente disciplinato dalla legge attraverso una normativa dettagliata e stratificata nel corso dei decenni, in materia di dimissioni vige il principio del recesso libero...
Licenziamenti: oltre il mito dell'art. 18. La reintegra non è unico rimedio per licenziamento illegittimo
Oltre il mito della reintegra garantita in base all’art. 18 Statuto Lavoratori in caso di licenziamento illegittimo per motivi disciplinari. Analisi della recentissima sentenza Cass. 28 maggio 2019, n. 14500
gianluca teat avv VTWIDGET
La crisi dilaga colpendo un elevato numero di imprese. Anche quella per cui lavoro non va benissimo. Che ne sarà del mio TFR se l’impresa fallisce o comunque chiude? Migliaia di Euro in fumo? Questo è il dubbio che sorge spontaneamente nella mente di molti lavoratori dipendenti in questi tempi...
Facebook, Twitter, blog e offese al datore di lavoro attraverso la rete internet: quello che c’è da sapere
E’ sempre più diffuso il fenomeno di lavoratori che inseriscono su Facebook, Twitter, blog vari o altre pagine internet commenti offensivi e volgari nei confronti del proprio datore di lavoro. Forse l’apparente impersonalità della rete porta a sottovalutare le problematiche giuridiche che possono derivare da simili condotte. Scrivere dei commenti...
gianluca teat avv VTWIDGET
L'art. 15 del Decreto Legislativo 4 marzo 2015, n. 22 (in attuazione della Legge 10 dicembre 2014, n.183, meglio nota come «Jobs Act») ha istituito, con riferimento agli eventi di disoccupazione verificatisi nell'anno solare 2015, una generale prestazione previdenziale mensile denominata DIS-COLL destinata ai «precari». La Legge di Stabilità...
Storia di Luciano, padre separato che non può comprare l'albero a suo figlio
L’obbligo di repêchage (letteralmente ripescaggio) è una particolare elaborazione di origine giurisprudenziale sviluppata con riferimento al licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Cos'è il licenziamento per giustificato motivo oggettivo? Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo può essere intimato per «ragioni inerenti all’attività produttiva, all’organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa»....
Condotta colposa del dipendente, incidente sul lavoro e risarcimento del danno: analisi della recente ordinanza della Cassazione, Sezione Lavoro, n. 16026/2018
Si leggono sovente sui giornali notizie di infortuni sul lavoro. La giurisprudenza in tale delicata materia è sterminata. Il presente articolo si concentra su caso statisticamente tutt'altro che infrequente: l'ipotesi in cui vi sia un concorso di colpa del dipendente nel causare l'incidente sul lavoro. In particolare, il presente scritto...
gianluca teat avv VTWIDGET
Nel panorama economico attuale va sempre più di «di moda» la figura della cooperativa di produzione e lavoro. Analizziamo brevemente tale complessa figura giuridica con particolare riferimento all'esclusione del socio-lavoratore. Le cooperative di produzione e lavoro sono imprese costituite con il fine di procurare lavoro alle migliori condizioni possibili per...
Tutto quello che c’è sa sapere sulla Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI)
La Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) (istituita con il Decreto Legislativo n. 22/2015 -in attuazione della Legge n. 183/2014 «Jobs Act»-) rappresenta attualmente la tutela generale assicurativa nei casi di disoccupazione involontaria. In quali ipotesi viene riconosciuta la NASpI? La NASpI viene riconosciuta a coloro che hanno...
gianluca teat avv VTWIDGET
A molti lettori sarà capitato di dover restare a casa durante il periodo di malattia a causa del timore che bussi alla porta il medico dell’ASL per gli eventuali accertamenti. In questo breve articolo analizzeremo quali sono gli adempimenti burocratici in caso di malattia, quali sono gli orari di...
Novità 2016: le dimissioni oggi si presentano con modalità on-line
Dal 12 marzo 2016 esiste una grande novità nel nostro ordinamento: i lavoratori devono presentare le dimissioni non più in forma cartacea, ma con modalità on-line (Decreto Ministeriale del 15 dicembre 2015 in base alla previsione del Decreto Legislativo n. 151/2015). La riforma riguarda unicamente lavoratori del settore privato...