sabato 22 Gennaio 2022
0.4 C
Venezia

Notizie di Venezia (e altro) il nostro lavoro, la nostra missione, da 10 anni

HomeLa Voce di VeneziaNotizie di Venezia (e altro) il nostro lavoro, la nostra missione, da 10 anni

Notizie di Venezia (e altro) il nostro lavoro, la nostra missione, da 10 anni

Notizie di Venezia, il nostro lavoro, la nostra missione. E ciò per cui ci siamo affacciati a questo mondo, è ciò per cui siamo nati.

Recita la nostra mission: “La “Voce di Venezia” è una testata giornalistica con regime di aggiornamento quotidiano. Il suo obiettivo precipuo è dare un contributo all’informazione locale e generale che sia agevolmente e gratuitamente fruibile dai cittadini, e da chiunque interessato a notizie sulla città di Venezia e oltre. Gli scopi sono la divulgazione di notizie, la diffusione di cronaca, il contributo alla promozione di eventi, il sostegno ad iniziative inerenti arte e cultura, agevolando le informazioni sulla città di Venezia…”.
Era il 2006, tanta acqua è passata sotto ai ponti, ma noi ci crediamo ancora in quei principi.

Due parole emergono dal paragrafo, e brillano di luce propria: “gratuitamente” e “Venezia”. Come dire: un servizio ai veneziani e alla città che non deve costare niente.

Allora non c’erano i grossi network, tutti quei personaggi emersi da questa dimensione per guadagnare con le parole. Si cercava di fare un servizio utile sotto forma di volontariato, senza linee sponsorizzate a guidare le scelte (allora) e senza pubblicità aggressive che carpiscono la volontà del lettore (oggi).

Siamo rimasti quelli del 2006. Siamo cresciuti ma abbiamo rinunciato a crescere ancora di più. Non importa se in un anno facciamo “solo” 2 milioni di pagine viste, mentre con accorgimenti e stratagemmi vari si potrebbe arrivare a 10. A noi va bene così. Non importa se a fine anno facciamo salti mortali per chiudere il bilancio: le nostre pagine sono leggere e senza codice nascosto, a noi va bene così.

Qualcuno dice che non abbiamo saputo adeguarci all’aggressività del mondo dell’informazione, ma per noi l’importante, e ve lo diciamo con il cuore in mano, è che la percentuale di messaggi contrari e di pareri negativi ricevuti si sia assestata sullo 0,0001 del totale, volendo prendere la percentuale come sta senza fare la scrematura di quanti si esprimono in scarsa buona fede per interessi estranei alla critica costruttiva.

Portiamo avanti questo lavoro con semplicità e coscienza e la maggior parte delle persone lo ha capito. Chissà a quanti altri giornali è capitato di venire privatamente ringraziati dalla famiglia travolta da un dramma per la sensibilità e il rispetto con cui è stata data la notizia come è successo a noi…
Forse conterà poco per taluni, ma qui abbiamo sempre ben presente che dietro alla notizia ci sono le persone, c’è la dimensione umana delle vite vere. Non si gioca con la vita della gente per qualche visita in più.

Sono passati 10 anni, dunque. Siamo ancora qui e contiamo di restarci. Non fosse altro per resistere a chi crede di poter affossare un “piccolo” soggetto perché ha grande disponibilità per cause legali. Oppure – peggio – perché in queste battaglie legali non spende patrimonio personale ma denaro pubblico, in quanto responsabile di ufficio pubblico.

Stiano attenti, invece, questi signori, perché l’arma più potente l’abbiamo in mano noi:
quella di dire le cose e di essere creduti perché lo si fa onestamente e correttamente.

Un abbraccio a chi ci ha voluto bene in questi 10 anni.
Vogliatecene ancora.

Lo staff de La Voce di Venezia

28/10/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

“Se John Malkovich non può entrare in albergo senza Pass, com’è entrato in Italia?”. Lettere

Buongiorno ho letto la notizia, oramai su tutti i quotidiani, in merito al blocco dell'ospitalità a Malkovich perché sprovvisto di green pass; ineccepibile e coraggioso comportamento della direzione ma mi chiedo come è entrato in Italia?? Sicuramente con un aereo...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...