NO ai profughi in Riviera, stiamo ricostruendo dopo tornado: ci batteremo

ultimo aggiornamento: 03/09/2015 ore 21:04

102

Il “Comitato NO ai profughi in Riviera” è formato da un insieme di cittadini che ritengono ingiusto che nel territorio della Riviera del Brenta, colpito a luglio da un tornado che ha devastato la zona con piu di 400 sfollati, 500 case scoperchiate o inagibili, arrivino altri profughi clandestini, in una zona in grave difficoltà dove aspettiamo ancora l’aiuto dello Stato.

Come Veneti stiamo ricostruendo con le nostre forze, abbandonati dalle istituzioni che pensano a dare un tetto ai profughi, e abbandonano i cittadini rimasti senza un tetto, e rammentiamo che ne ospitiamo già 70.

Renzi aveva proclamato stato di emergenza e poi il nulla.


Il Comitato “NO ai profughi in Riviera” sarà aperto a tutti quelli che vorranno unirsi e contrastare assieme l’accoglienza ai profughi, perpetrata in una zona in crisi, fra cittadini con gravissimi problemi. Battiamoci per i nostri diritti, per le nostre famiglie e per il bene dei cittadini.

Comitato ” NO profughi in Riviera ”

03/09/2015


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here