22.7 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

New York in ginocchio, passa Hercules. Aeroporti, uffici e scuole chiuse, 13 morti

HomeMondoNew York in ginocchio, passa Hercules. Aeroporti, uffici e scuole chiuse, 13 morti

hercules tempesta di neve new york

Hercules è la peggior tempesta di neve che poteva abbattersi sulla costa Nord occidentale degli Stati Uniti. La Grande mela è stata semi paralizzata per alcune ore, il traffico si è interrotto, gli aeroporti, le scuole e i palazzi come l’Onu sono rimasti chiusi con venti che soffiavano fino a 70 km all’ora.

Il primo bilancio della tempesta, purtroppo sempre provvisorio, è tragico. La tempesta di neve che ha scosso l’America dal Sud ovest fino al Nord est, ha provocato finora almeno tredici morti. Tra le vittime, un bambino di 12 anni, seduto in auto quando il mezzo è andato fuori strada nel Michigan.

Hercules ha fatto sì che tra giovedì e venerdì venissero cancellati oltre 4 mila voli, e che migliaia di persone dormissero negli aeroporti, da Los Angeles a Boston. Cento milioni di americani in ventidue stati hanno sofferto di gravi disagi.

Il bollettino parla di fortissimi venti, di mezzo metro di neve, di le temperature glaciali — quasi ovunque il termometro è sceso sotto zero — che hanno indotto il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo e quello del New Jersey Christ Christie a imporre lo stato di emergenza.

Hercules avrebbe fatto ancora più vittime se le autorità non avessero ripetutamente allertato la popolazione e non avessero preso misure preventive a sua protezione, ordinando ai pendolari di rincasare in anticipo giovedì e di non uscire di casa venerdì.

Paolo Pradolin

[04/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.