7.5 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Scopre che non è sua madre perché l’ha rapita appena nata, ma rifiuta i veri genitori per stare con lei

HomeMondoScopre che non è sua madre perché l'ha rapita appena nata, ma rifiuta i veri genitori per stare con lei
la notizia dopo la pubblicità

martelletto giudice aula tribunale ns
Storia contorta e controversa sulla quale l’opinione pubblica si sta dividendo.
Un tribunale del Sudafrica ha condannato a 10 anni di carcere una donna che 19 anni fa rapì una neonata, Zephany Nurse, e in questi anni l’ha allevata come se fosse sua figlia.

E fin qui… Il problema però comincia a nascere quando si cambiano equilibri dopo tanti anni in cui si è esercitata – illecitamente – la potestà genitoriale.

Un bel giorno, a scuola viene scoperto il fatto. La donna, 51 anni, di cui non è stata resa nota l’identità, è stata arrestata nel 2015 dopo che era stata notata una strana somiglianza nella scuola frequentata da Zephany tra quest’ultima e un’altra ragazza.
L’analisi del Dna delle due giovani aveva stabilito infatti che si trattava di sorelle.

La madre rapitrice è stata arrestata e condannata, ma il fatto era lungi da essere risolto.
Nel pronunciare la sentenza, riporta la Bbc online, il giudice ha affermato che la donna ha avuto “tutto il tempo del mondo” per pentirsi e per restituire la bimba alla sua famiglia, ma non l’ha
mai fatto. Per tutto quel tempo l’ha cresciuta come fosse sua figlia.

La decisione del giudice non ha tenuto conto però di un particolare: il tempo ha plasmato gli affetti famigliari della ragazza: per Zephany, scrivono i media locali, sua madre è la donna che l’ha rapita quando era una neonata e ora la ragazza non vuole avere alcun contatto con i suo genitori biologici.

La vicenda fa nascere diversi interrogativi sui quali ognuno può interrogarsi: quale sarebbe stata la decisione corretta secondo voi, si chiedono i media locali?

Laura Beggiora | 15/08/2016 | (Photo d’archive) | [cod tribufi]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...