Navigazione Venezia, sindacati: controlli mascherine a bordo, corse bis: serve più personale

ultimo aggiornamento: 29/06/2020 ore 18:54

1788

Navigazione Venezia, sindacati: controlli mascherine a bordo, corse bis: serve più personale

Sabato 27 giugno ha preso vigenza la nuova Ordinanza Regionale del Veneto che ripristina le capienze omologate al 100% dei mezzi del trasporto pubblico locale anche delle unità navali di Actv.

A corollario l’ordinanza prevede non si possano ridurre le corse, che vengano eseguite le sanificazione frequenti dei mezzi, che i passeggeri indossino correttamente la mascherina, e da ultimo il personale di bordo effettui i controlli affinchè le norme covid siano rispettate dai passeggeri.


Le nuove prescrizioni comportano uno sforzo maggiore di personale, fosse anche solo per effettuare i controlli covid ai passeggeri, e per garantire i cambi degli equipaggi in linea delle unita’ ai capolinea, che dovranno essere sottoposte alle necessarie sanificazioni da parte del personale competente. Inoltre sarà necessario aziendalmente ridefinire il protocollo covid per garantire anche la sicurezza sanitaria del personale di marineria Actv oltre che dei passeggeri.

Venezia in questi giorni, soprattutto nei recenti weekend, ha visto fortunatamente aumentare le presenze di turisti e passeggeri a bordo dei mezzi navali ACTV.

Ormai i vaporetti vengono presi d’assalto dai clienti che giocoforza hanno difficoltà ad ottemperare alle norme per il droplet, in particolare nelle direttrici in andata e ritorno, Tronchetto – Lido, Punta Sabbioni, isole laguna Nord, Lido, S.Marco.


Il 28 maggio Rsu Actv e OO.SS hanno siglato un accordo, che grazie al rientro al lavoro di tutti i dipendenti dalla Cassa Integrazione individuava delle flessibilità del personale dell’esercizio Navigazione, nell’ottica dell’equilibrio economico patrimoniale del bilancio ACTV e per garantire un servizio adeguato ad un volume di domanda di trasporto nettamente inferiore ad oggi, presente al 27 maggio. Infatti l’accordo con Azienda e Comune faceva riferimento alla turnistica dell’orario ufficiale invernale, poiché in quel momento, quella era la foto della domanda di trasporto cui far fronte per assicurare un servizio di Tpl ai cittadini.

Considerando la nuova ordinanza di cui sopra, e atteso che nonostante tutta la buona volontà dei lavoratori Actv della navigazione, le mutate condizioni rendono non più sostenibile e congrua la risposta di Actv alla maggior domanda di trasporto in atto, con le sole forze di dipendenti della navigazione oggi in campo.

Occorre prevedere il dirottamento, per quanto possibile, di personale da altri reparti aziendali aventi ancora i titoli della navigazione validi, come prevede l’accordo, da inserire almeno in pontone per liberare il personale di marineria dai servizi di terra e metterlo a bordo al fine di amare più unità e rispondere alla continua richiesta di corse bis di rinforzo.

Occorre un maggiore presenziamento delle forze dell’ordine nei terminal più critici, come era stato assicurato nell’incontro in Prefettura il 27 maggio us.

Occorrono rinforzi di personale di vendita Vela nelle biglietterie dei terminal più oggetto di assedio dei turisti e utenti.

“Dove sono finiti i 60mila stuard promessi dal Governo”?!

Occorre fare presto per trovare soluzioni idonee a dare una risposta di trasporto adeguata, che tra l’altro tendenzialmente aumenterà gli incassi da vendita titoli di Viaggio contribuendo a favorire maggiori ricavi pregiati di vendite da turismo, alleviando il deficit di bilancio Actv previsto a termine anno.

Non si può più escludere l’assunzione mirata di personale stagionale, in prospettiva dei prossimi fine settimana, della manifestazione della Festività del Redentore e della Mostra del Cinema.

È necessario fare presto, altrimenti si potrebbero verificare situazioni molto tese tra i passeggeri che protestano quotidianamente, con l’eventualità di pesanti disservizi all’utenza nei momenti di picco!

RSU FIT CISL ACTV Navigazione

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here