Maniaco insidia bambino al cinema del patronato. La mamma urla: arrestato

Ha solo 13 anni ed è già al suo secondo film come regista. Si tratta di Nathan Ambrosioni, un ragazzino francese che ha all’attivo due film horror, il prossimo uscirà in sala il 31 ottobre (fino al 2 novembre) ed è intitolato Hostile.

Budget ridotto a zero, girato con compagni di scuola e familiari, Hostile è un horror che cavalca il genere guardando a Blair Witch Project. Un film che si è portato a casa, per ora, la selezione ufficiale al Frightfest e al Fantasia di Montreal, il premio come miglior regista a La Samain du Cinema Fantastique e il premio opera prima al Tohorror Film Fest.

Prodotto da Light House, nel cast oltre agli attori c’è anche lo stesso regista nel ruolo di Jake. L’horror racconta di due orfane adolescenti, Anna ed Emilie, adottate ma che sentono una strana presenza in casa, un uomo che le guida in singolari pratiche. Preoccupata, la madre chiede aiuto ad un programma tv che segue i bambini adottati. I due cronisti della tv decidono di incontrare Anna ed Emilie, inconsapevoli che stanno affrontando una situazione molto più grande di loro.

Ambrosioni ha raccontato di aver girato il film durante le pause scolastiche e le vacanze, lavorando con amici e compagni di scuola, ma soprattutto grazie al padre, il suo produttore, che ha lasciato il lavoro per seguirlo.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here