Napoli sotto contro la Juve con l’aiuto dell’arbitro. Allegri: “Perdere non piace a nessuno”

ultimo aggiornamento: 12/01/2015 ore 06:48

118

Napoli ha perso contro Juve con aiuto arbitro

Juventus in crisi? Ma quando mai. I bianconeri, sia pur con l’aiuto di un arbitro benevolo, riescono nell’impresa di vincere a Napoli, un’impresa che non avveniva da 15 anni, dal 30 settembre 2000. La Juventus non ha vinto a Napoli con Lippi, con Capello e con Conte, ci ha vinto oggi con Allegri.

Certo, sono i solisti che fanno le grandi orchestre, bisogna registrare due colpi di genio (e di potenza pura) di Pogba e Vidal, intervallati dal ritorno con gol di Caceres.


Il Napoli, per contro, è mancato un po’, a volte confuso, con sprazzi di buona volontà e impegno ma a volte senza tanta “gamba” capace di innescare i suoi interpreti offensivi.
L’entusiasmo iniziale derivato dalla celebrazione dell’amore di Napoli per Pino Daniele e viceversa faceva presumere per una grande prova sull’onda dell’impatto emotivo, invece l’adrenalina azzurra si è andata via via spegnendo lasciando salire in cattedra la vecchia signora a fare da maestra nel gestire un gioco blando.

All’inizio, in realtà, una palla di De Guzman fa prevedere tutt’altro risultato, invece il giocatore si divora un gol abissale davanti a Buffon. Piove, dalla seconda metà del primo tempo pare che il Napoli si accontenti di cercare il contropiede rapido, ma la Juventus è attenta e alterna un apprezzabile tiki-taka a folate improvvise, dovute soprattutto all’invenzione di uno dei grandi solisti juventini che si ricorda improvvisamente della sua classe.

Pogba intercetta la traiettoria di un pallonetto e inventa una girata al volo ad occhi chiusi che colpisce il palo interno e non lascia scampo a Rafael. La Juventus si sfilaccia, forse pensa che la storia sia già chiusa, invece il Napoli con l’ingresso del peperino Mertens pareggia con Britos su angolo.


Caceres segna, ma è in fuorigioco, il 2-1 su punizione di Pirlo. Poi Vidal estrae un sinistro micidiale mandando tutti a casa. Nel mezzo, un gol annullato al Napoli del possibile 2-2 per presunta carica sul portiere, ma l’arbitro, in generale, non ha dato l’impressione di essere molto imparziale.

«Ci siamo stancati! La Juve è una squadra forte, se è anche aiutata dagli arbitri diventa imbattibile. È inammissibile che con 6 arbitri non si vedano 2 giocatori in fuorigioco. O è malafede o è incompetenza. Questi 6 arbitri devono restare fermi a lungo».
E’ il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis nell’immediato dopo partita a scrivere su Twitter il suo parere per Tagliavento & C. . «Tutti sappiamo che la Juve è fortissima, lo abbiamo visto negli ultimi anni. E mi hanno insegnato che contro di loro “ci può stare”. Il fuorigioco? Dico che quando la squadra è rientrata in partita abbiamo subito gol. E ci può stare. Sulla rete annullata, è Buffon che va contro Koulibaly. Non vedo nessun fallo. Ripeto: la Juve è fortissima, ma non mi piace perdere una partita così, con questi episodi. Mi spiace per la Roma, ma la Juve vincerà il campionato». E’ scritto, è deciso, sembra voler dire.

«Mi dispiace che reagiscano così: così si scaldano solo gli animi. Perdere non piace a nessuno, ma arbitrare non è semplice: se li fermiamo tutti arbitriamo noi per conto nostro. E poi mi viene da sorridere, perché credo che se cominciamo a protestare diventa un casino. Perché allora io dovrei commentare i due episodi con la Sampdoria, ma così non si finisce più. Credo che Tagliavento abbia arbitrato bene una partita non facile. Se vogliamo fare polemica facciamola, ma non possiamo predicare bene e razzolare male. Errori li facciamo tutti. Diciamo che ci siamo ripresi quello che abbiamo perso a Doha: sull’ultima palla là Higuain ha pareggiato, qui ha sbagliato» dice Allegri per chiudere la porta alle polemiche.

Roberto Dal Maschio

[12/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here