COMMENTA QUESTO FATTO
 

Multa a bambino di 5 anni perché va in monopattino a San Marco: il web insorge

Venezia. Una multa di 66 euro e 80 centesimi è stata inflitta dai vigili urbani per aver sorpreso un bambino di 5 anni a sfrecciare a bordo di un monopattino, tecnicamente definito “acceleratore di velocità”, di fianco alla Basilica di San Marco.

La sanzione è scattata per il papà, colpevole di aver consentito al figlio di correre in monopattino in centro storico, dove ciò è proibito dal regolamento, ma è anche vero che serve più il buonsenso che la rigidità per applicarlo.

L’uomo, come riportano i giornali locali, dopo essere andato dai vigili a protestare ha minacciato di rivolgersi ad un legale.

In effetti, il regolamento comunale vieta l’uso di ogni dispositivo su ruote in tutto il territorio, quindi monopattini, pattini a rotelle e giochi collettivi, soprattutto per ragioni di sicurezza, sono vietati, ma sono i molti a ritenere che, nel caso di un bambino di 5 anni, i vigili avrebbero potuto fingere di guardare da un’altra parte.

La foto della sanzione al padre del piccolo sta girando in queste ore nelle pagine dei tanti gruppi Facebook nati per denunciare i problemi della città, accompagnati da commenti tutt’altro che benevoli nei confronti dell’inflessibilità della Polizia municipale.

Intanto, si fa sentire anche la voce dell’opposizione in Municipio con una viva protesta: “Mi pare una sanzione esagerata, assurda – dice la capogruppo del Pd in consiglio comunale, Monica Sambo – Piazza San Marco non deve diventare un parco giochi, ma che danno può aver arrecato un bimbo di cinque anni?”.

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

  1. e hanno fatto bene! Piazza San Marco è il più bel salotto al mondo, non è il parco giochi sotto casa. Se c’è una legge si rispetta, usare il bambino di 4 anni per impietosire la trovo una tecnica di bassa politica di opposizione (infatti, subito…etc etc).

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here