Mose e scavi per navi sempre più grandi, Martini: “Attacco alla laguna”

ultimo aggiornamento: 26/09/2020 ore 19:30

1492

Lista "Tutta la Città Insieme" esclusa, Martini: "Il verbale dice che era tutto corretto"

Attacco alla laguna

Il pericolo era grande. L’abbiamo più volte dichiarato. Ora si sta svelando in maniera eloquente nei primissimi giorni dopo le elezioni.


Brugnaro ha dichiarato che è assolutamente necessario e prioritario lo scavo dei canali per far arrivare navi sempre più grandi, commerciali e passeggeri.

Preoccupa anche la situazione del Mose. Nessuna verifica seria. Gli esperti chiedono quanto abbiamo più volte ribadito in campagna elettorale: una commissione internazionale e super partes che valuti lo stato di funzionamento del MoSe, la sua efficacia e, sopratutto, la sicurezza per la città. La sordità su questo aspetto sembra totale. Cosa ci dobbiamo aspettare?

Due temi, questi, che non possono passare sotto silenzio e, soprattutto, non possono essere avvallati dalle opposizioni.


L’attacco alla laguna e alla città è annunciato più pesante che mai. “Tutta la Città insieme!” lo denuncerà in Consiglio Comunale.

Chiediamo alle altre forze di opposizione di unirsi in questa battaglia per tutelare la città, i cittadini, la laguna.

Giovanni Andrea Martini

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

2 persone hanno commentato questa notizia

  1. Comprensibili e giustificati a mio avviso i toni accesi di questo commento e alla rabbia che li ha ispirati.
    Concordo che l’unità doveva esserci prima, presentando un fronte compatto.
    Ma il “ciascun per sé” l’avevo già sondato nelle associazioni durante le mie battaglie contro lo smog in centro storico, è si è prontamente replicato alle elezioni.
    Tutto previsto e prevedibile, con la complicità di certi veneziani che mettono i propri interessi prima di quelli di questa città e dove ciascuno non arretra di un centimetro pur di avere alla propria medaglia.
    Ecco perché ho preferito starmene alla larga dalle elezioni, preferendo fare (come ad es. la verifica sulla mancanza di gel igienizzante nei bus Actv) piuttosto che promettere, da più parti mi si invitava a provare a dare una svolta a Venezia e alla politica, visto quanto fatto (e non promesso) da solo, nelle mie modeste possibilità, per la città sui temi fondamentali alla sua sopravvivenza: esodo, smog, vivibilità, casa, turismo, occupazione e trasporti.

    Purtroppo invece spesso ciascun, anche tra i cittadini, “cura il solo suo orticello” (e io suo rio, chiedendo un micro rilevatore sotto casa sua per sé piuttosto che una centralina a Rialto con dati a norma di legge…), e guai a toccare anche marginalmente gli interessi anche di qualche singolo, che si farebbe ammazzare per un euro in più in tasca piuttosto che guardare alla sua stessa salute, al futuro della città, o ad un lavoro ed una casa decenti per i suoi figli…
    Quindi “ognuno piange il male che vuol sé stesso…”

    Io continuo a fare, liberamente da solo, quelli che credo siano gli interessi della città, e spero che qualcuno, partito, cittadino o associazione, invece di farsi propaganda magari anche con il lavoro (e i dati…) di altri, si decida a FARE, a partecipare, senza voler essere il capo, il protagonista o ambire a poltrone o medaglie.
    Questo appello vale per tutti.

    Per il resto, veneziani e “veneti” non piangano poi se, nel malaugurato caso che qualcuno necessitasse di rianimazione per Covid 19, gli rispondono che non c’è posto e di ARRANGIARSI, perché al posto dell’ospedale si è fatto un hotel di lusso (come al Lido di Venezia)…

    Prof. Fabio Mozzatto.
    Venezia.

  2. Caro Signor Martini e FORZE? d’opposizione? a Brugnaro, le vostre proteste attaccatevele al tram, tipo il nostro T1, più in cantiere che in corsa. Se volevate battere veramente Luigi Brugnaro, vi sareste uniti in un’UNICA FORZA di opposizione invece di creare un’OLIGARCHIA, grazie alla quale vi siete assicurati una sedia in Consiglio Comunale. Lo avete fatto VINCERE perchè così è DOVUTO ESSERE. Elezioni pilotate come queste per far vincere Luigi Brugnaro e Luca Zaia, non nè ho mai viste. Nessuno dei due ha avuto FORZE ANTAGONISTE, hanno corso la gara da soli. Come sempre ho visto nomi di candidati sia in Comune che in Regione che altro potrebbero fare che politica e, nel Governo Romano non vi è di meglio. Io non voto e non voterò mai per dare consensi e privilegi a gente incompetente che non conosce la Giurisprudenza, Legislatura e la Costituzione. Io non delego ignoranti a rappresentarmi.

Please enter your comment!
Please enter your name here