22.8 C
Venezia
venerdì 24 Settembre 2021

Morto Mario Rigo, se ne va un pezzo di storia veneziana

HomeVenezia cittàMorto Mario Rigo, se ne va un pezzo di storia veneziana

morto mario rigo ex sindaco venezia

Mario Rigo, ex sindaco di Venezia, ed ex senatore ed ex parlamentare europeo, 90 anni, è morto oggi all’ospedale di Noale.

Rigo, esponente di spicco del Psi, tra gli anni Settanta e Ottanta, è stato sindaco di Venezia dal 1975 al 1985, periodo quest’ultimo, in cui diventa anche presidente del Teatro La fenice, vice presidente della Biennale e, nel 1987, parlamentare europeo per il Psi partito che abbandona in dissenso con Bettino Craxi, senza poi più entrare in nessuna formazione politica.

Nel 1989 Mario Rigo fonda Iniziativa Civica, che si trasforma in un movimento autonomista interregionale e poi, nel 1992, la Lega Autonomia Veneta. Nel frattempo entra al Senato e qualche anno dopo alla camera, e di nuovo ritorna a Palazzo Madama nel 1996. Nel 2001 ricopre il ruolo di direttore di gabinetto del presidente del Senato Marcello Pera.

LA SCOMPARSA DI MARIO RIGO: NICOLA PELLICANI

“Se n’è andato Mario Rigo. Perdo un caro amico e la città perde uno dei principali protagonisti della vita politico-amministrativa dal dopoguerra ad oggi”. Così l’on. Nicola Pellicani (Pd) il quale rileva che “con Massimo Cacciari e tutta la Fondazione Pellicani intendo esprimere grande cordoglio e abbracciare la famiglia di Mario. Mi preme anzitutto ricordare il grande rapporto umano e di amicizia che mi legava a Mario da sempre – osserva -. Ho iniziato a frequentarlo con maggior assiduità più di 40 anni fa quando diventò sindaco, nel 1975. Mario – ricorda – era legato a mio padre da un sodalizio cominciato quando erano giovanissimi e iniziarono a far politica, lui nel Psi e mio padre nel Pci. Poi sono stati protagonisti forse dell’amministrazione più vivace e produttiva che ha avuto Venezia, dal 1975 al 1985”.

“Di lui – spiega Pellicani – ricordo la grande umanità, un raro senso dell’amicizia, ma soprattutto la grande passione politica e l’ amore per Venezia. Avremmo dovuto incontrarci domenica prossima all’Ateneo Veneto per un confronto sul Referendum. Con lui era sempre un piacere discutere sui problemi della città. Venezia era il suo cruccio. Spesso mi chiamava al telefono e mi diceva: ‘dobbiamo fare qualcosa per questa città, dobbiamo pensare a qualcosa di nuovo’. Era sempre proiettato verso il futuro, come tutti i politici di razza. Le sue argomentazioni offrivano sempre spunti intelligenti di riflessione. In una fase di così grande spaesamento – conclude – Venezia perde uno dei suoi punti di riferimento. Bisogna continuare a impegnarsi per il bene della città, tanto più in momenti difficili come quelli che sta attraversando Venezia. E lo dobbiamo anzitutto a persone che come Mario si sono impegnate tutta la vita per Venezia”.

LA SCOMPARSA DI MARIO RIGO: ROBERTO CIAMBETTI

“Mario Rigo aprì alla sinistra la strada del regionalismo concreto: rimase inascoltato e fu osteggiato, ma aveva ragione”. Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale esprime il suo cordoglio “per la scomparsa di un vero amministratore pubblico, sindaco di Venezia, uomo delle Istituzioni, socialista le cui radici affondano nell’ azionismo e perciò spirito libero, indipendente, capace di prendere decisioni dolorose pur di non tradire la sua coerenza e onestà intellettuale: la sua violenta critica al Mose fu solo un esempio straordinario di rigore intellettuale. Una figura per molti aspetti su cui occorre riflettere e a maggior ragione nel nostro Veneto”.

LA SCOMPARSA DI MARIO RIGO: ANDREA MARTELLA

“Mario Rigo è stato un protagonista delle vicende politiche e amministrative veneziane. Fino alla fine voce autorevole con la quale confrontarsi e misurarsi sul presente e sul futuro di questo complesso territorio”. Lo afferma Andrea Martella, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, commentando la notizia della scomparsa dell’ex sindaco di Venezia.

“Nel suo percorso – ricorda Martella – spicca sicuramente la fase in cui da primo cittadino diede vita con il Pci al primo significativo laboratorio politico delle Giunte di centrosinistra che amministrarono la città. Una pagina emblematica dello spirito innovativo che animava Rigo. Credo in questo senso – conclude – che la sua importante eredità sia intrisa di dialogo e volontà di cambiamento, al passo con i tempi”.

“Mario Rigo è stato un protagonista delle vicende politiche e amministrative veneziane. Fino alla fine voce autorevole con la quale confrontarsi e misurarsi sul presente e sul futuro di questo complesso territorio”.

“Nel suo percorso – ricorda Martella – spicca sicuramente la fase in cui da primo cittadino diede vita con il Pci al primo significativo laboratorio politico delle Giunte di sinistra (rtp. sinistra) che amministrarono la città. Una pagina emblematica dello spirito innovativo che animava Rigo. Credo in questo senso – conclude – che la sua importante eredità sia intrisa di dialogo e volontà di cambiamento, al passo con i tempi”.

LA SCOMPARSA DI MARIO RIGO: PINO MUSOLINO (AUTORITA’ SISTEMA PORTUALE)

“Apprendo con grande dispiacere la notizia della scomparsa di Mario Rigo di cui ricordo il coraggio e la grande competenza dimostrati amministrando per dieci anni la città di Venezia in un periodo storico estremamente complesso per il nostro Paese. In questi anni ha saputo, con la sensibilità e l’intelligenza che gli erano proprie, starmi vicino nei momenti più complicati con qualche puntuale messaggio e dei consigli di cui farò sempre tesoro. Alla sua famiglia esprimo il mio personale cordoglio e la vicinanza da parte di tutto l’Ente che rappresento”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor