martedì 18 Gennaio 2022
12.3 C
Venezia

Morto a 20 anni investito dall’ambulanza, autista indagato per omicidio

HomeCronacaMorto a 20 anni investito dall'ambulanza, autista indagato per omicidio

Morto a 20 anni investito dall'ambulanza

Un uomo era morto travolto da un’ambulanza in servizio. Giunge oggi notizia che l’autista dell’ambulanza è indagato per omicidio colposo.
L’incidente è avvenuto la notte scorsa a Genova ed ha provocato la morte di un giovane arbitro di 20 anni.

Secondo i primi rilievi eseguiti dalla polizia municipale, sirena e lampeggianti del mezzo di soccorso erano accesi. Il giovane potrebbe però non avere sentito le sirene perché forse ascoltava la musica con gli auricolari, che sono stati sequestrati.

Il pm Gabriella Dotto ha disposto l’autopsia del deceduto.

Redazione

[12/01/2015]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Indipendentemente dall’urgenza o emergenza, l’uso dei dispositivi di soccorso non giustificano nessun tipo di deroga. Infatti, i dispositivi servono per chiedere una priorità e non un diritto, quest’ultima può essere o non essere concessa per svariati motivi .
    Il conducente di qualunque veicolo d’emergenza deve sempre condurre con atteggiamento di prudenza e diligenza, e sempre anticipante, cosa che purtroppo troppo spesso non si verifica.
    Il destino di un paziente non deve mai diventare il destino di altri, compreso l’equipaggio del veicolo di soccorso.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Rottweiler entra nel ristorante e sbrana barboncino che stava sotto il tavolo della padrona

Scena drammatica ad Abano. Improvvisamente uno dei rottweiler della proprietaria del locale entra nella pizzeria dove ci sono i clienti che stanno mangiando e azzanna un cagnolino di piccola taglia che se ne stava accovacciato sui piedi della padrona. Ed è...

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."