18.1 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Morte neonato a Mestre: forse schiacciato dai genitori

HomeMestre e terrafermaMorte neonato a Mestre: forse schiacciato dai genitori

Morte del bambino di un mese a Mestre

In un primo momento la tragedia di Mestre, avvenuta in Viale San Marco, è stata classificata come un caso drammatico di ‘morte bianca’, uno di quelli in cui un neonato smette improvvisamente di respirare per cause naturali. Sono state però ordinate indagini approfondite da parte del pm di turno, dott. Stefano Ancilotto, che aveva subito richiesto l’intervento della polizia scientifica e del medico legale subito sul posto. In più ci sarebbe quella traccia di epistassi (sangue dal naso) che non sarebbe proprio tipica nella casistica delle ‘morti bianche’.

Ombre si addensano sulla morte a Mestre del piccolo Samir di appena un mese, scoperta ieri mattina dalla mamma. La donna, madre di una famiglia bengalese, avrebbe dichiarato di aver trovato il bambino morto al momento del risveglio.
A seguito dell’attività degli investigatori si fa strada un’altra ipotesi: occorre accertare se il piccolo, che dormiva con i genitori nel lettone, come ora pare, non possa essere stato schiacciato dai genitori durante il sonno.

Samir avrebbe dormito con i genitori e con il fratellino di tre anni nel lettone, anche perchè in quella cameretta, di dimensioni ridotte, non ci sarebbe posto per un altro lettino. E sarebbe stato proprio il fratello più grande ad accorgersi che qualcosa non andava in Samir vedendo il sangue.
Poi la corsa inutile del Suem e il dramma della constatazione del decesso del neonato.

Se il magistrato dovesse ritenere che la morte possa essere riconducibile a soffocamento o schiacciamento del piccolo, è possibile che venga ritenuta una causa involontaria. Insomma, una disgrazia, su quel letto sovraffollato.

Paolo Pradolin

04/11/2014

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. certo noi usiamo solo i contraccettivi, dopo magari vano a farsi fare inseminazione artficiale, oppyre adottarne in africa, o meglio, non ne volgiono proprio,costano tropo e bisogna rinunciare per essere liberi,,di divertirsi, di andare in vacanza,,,questa è la società moderna….mio nonno , morti da un secolo, era rimasto vedovo con queattro figli , a 40 anni si è risposato e ne ha avuto altri 7,,,tutti felici e contenti, acnhese hano avuto vita dura,,ma da persone cn gli attirbuti,,sono questi che mancano oggi agli italiani moderni…..e razzisti

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.